Top
  >  Tag "Blogger" (Page 3)

Ieri ho fatto una cosa nuova, sono andata in televisione! :D Stento ancora a crederci, ma è successo davvero. Voi avete idea dell'emozione? Appena mi è stato comunicato, la prima reazione è stata "dì-di.no, dì-di-no, dì-di-no" e intanto la mia bocca diceva "Sì" -.-" Poi ho iniziato a riflettere. Oddio la televisione! Adesso mi vedranno tutti, sapranno tutti chi sono. Che poi questi "tutti", chi sono? Probabilmente hanno visto la trasmissione tutti i miei parenti e i miei amici stretti, bè quasi tutti, qualcuno se n'è dimenticato, qualcuno forse volutamente, ma che ci vuoi fare?!

Tante volte l'ho detto, se a inizio di questo 2014 avessi fatto un post Travel Dreams, di quelli che in questi anni impazzano a inizio/fine anno, non avrei sicuramente esaudito nessuno dei miei sogni di viaggio, ma solo per un motivo, perché la mia realtà è stata al di sopra delle aspettative, e anche dei sogni di quest'anno. I miei grandi viaggi quest'anno mi hanno portata a New York, in Polinesia Francese, in Giordania, in Scozia, in Oman e.... questo 2014 non è ancora finito. Un anno di viaggi di tutto rispetto mi sembra, non è vero?

Qualche giorno fa l'ho scritto anche sulla mia pagina Facebook, il 2015 che voglio è lavorare di meno e vivere di più. Giusto per tranquillizzare subito i miei soci, mi spiego meglio: è lavorare meno e meglio e vivere di più e meglio! Si cresce insomma. Gli ultimi due anni sono stati ricchi di impegni, lavoro, viaggi... tanto che sono volati. Ho avuto tantissime belle opportunità, occasioni di viaggio irripetibili, tante bellissime collaborazioni e nuovi contratti. Ma la vita non è solo lavoro e, anche se qualcuno dice che è impossibile e che sono troppo iperattiva per fermarmi anche solo un po', io voglio farlo - o almeno voglio provarci. Voglio lavorare di meno ma vivere meglio, voglio camminare di più, cazzeggiare di meno davanti al Mac, leggere meno post polemici (in realtà con quelli ho smesso da un po') e meno commenti di persone che non sanno cosa vogliono dalla vita.

Donnavventura è uno dei programmi da seguire, soprattutto se si è malati di viaggio e di posti incredibili così come lo sono io. Ecco perché quando mi è stata proposta questa campagna non ho saputo dire di no. E chi ci pensava a dire di no? Una giornata in uno studio fotografico con modelle, dromedari, zebre e vestiti di 1° Classe Donnavventura... Nessuno avrebbe detto di no, nessun viaggiatore per lo meno, e io nemmeno!

Una delle cose di cui mi sono resa conto di recente, è che nei miei blog mancano all'appello un sacco di post su alcune destinazioni "importanti". Ad esempio quando sono stata alle Isole Vergini Britanniche o a Mauritius ho vissuto il momento e ho scritto tutti i santi giorni, ma… quante cose mi sono dimenticata di scrivere? Ripensandoci non ho pubblicato tante foto, non ho scritto delle spiagge più belle dell'isola di Mauritius, o almeno quelle che ho visto io, non ho finito di montare il video della Spagna (ancora?! sì, ancora!) e non ho nemmeno dedicato un post a GranadaNon ho ancora scritto di quanto mi sia piaciuta la Costa de la Luz sempre in Spagna, e nemmeno di quando ho dormito in un bungalow vista mare davanti all'Oceano, o di quando infine, mi sono bevuta quella clara in quel chiringuito sulla spiaggia.

Prima di mettermi a scrivere questo post ho letto altri post di #nevadofiero. Non leggo mai tanti blog e forse sbaglio, ma questa volta ho voluto "documentarmi" un po'. Volevo capire cosa rende speciale questo hashtag e perché mi va così tanto di scrivere questo post. Sì, perché mi va di raccontare finalmente qualcosa di me dopo che qualcuno me l'ha chiesto. E capita di rado. Chi ha un blog spesso scrive senza che nessuno chieda niente. Scrive per piacere, per sfogo, per voglia di comunicare, ma è difficile che qualcuno faccia delle domande specifiche e tu decida poi di scrivere. Questa volta è capitato che Paola di Scusate io vado mi abbia chiesto "Federchicca e tu di cosa ne vai fiera?".

Questa mattina sono in treno, sto andando a vedere una bellissima mostra organizzata da Segafredo, diciamo di cui Segafredo è partner, a Bologna. Mi sono svegliata relativamente presto e questa sera, dopo l'esperienza a Bologna tornerò a Rimini. Sabato mattina ripartirò da Bologna per Trento, per un altro viaggio in collaborazione con DB Bahn, le ferrovie tedesche. Chi mi legge da un po' lo sa, non mi risparmio mai. La mia vita è fatta di viaggi, spostamenti e tanto lavoro, di personal branding che faccio anche così, anche partecipando agli eventi. Chi l'ha detto che io ho solo un blog di viaggi? Il mio blog mi ha dato l'opportunità per fare altro nella vita - chi mi legge sa a cosa mi riferisco - e da lui prendo il meglio, perché sa darmelo ancora, a distanza di 5 anni dalla sua apertura. A dire il vero quasi 6, mio dio.

Oggi alle Eolie è stata una giornata bellissima. Mi sono alzata alle 9 e ho fatto una colazione come non mi capitava da tempo. Ero sola perché probabilmente gli altri l'avevano già fatta prima di me. Non mi è dispiaciuto godermi la colazione da sola, anche se l'adoro  e farla da sola vuol dire non condividere una parte importantissima della mia giornata. Dopo la colazione abbiamo visto le calette più belle dell'Isola di Vulcano, fatto bagni, snorkeling e ho anche avuto la fortuna di fare un incontro ravvicinato con una bella medusa. Ne porto ancora i segni.

  l post di oggi prende spunto da quello che ho fatto qualche settimana fa a Udine. Se qualcuno di voi era presente e oltre a vedere le slide mi ha sentita parlare sa a cosa mi riferisco, se invece non eravate lì con me, con noi, ve lo ripeto qui, perché mi fa piacere. Travel Blogger per me e Travel Blogger oggi, a mio avviso, è un lavoro. Un lavoro di quelli per cui vieni pagata, non un lavoro solo di impegno, altrimenti che lavoro è? E`solo una passione ingombrante, non credete? Il mio lavoro è diventato tale non so nemmneo io quando, fatto sta che la strada è stata lunga, iniziata nel lontano 2008 e non ancora terminata, per fortuna.

I BlogTour sono morti, anzi no, sono vivi, sono vivissimi! Dai primi tempi in cui erano in pochi ad organizzarli e a saperli organizzare, ormai i BlogTour o BlogTrip, come dir si voglia, sono diventati una bella moda, anzi no, una forma di guadagno bella e buona. Perché dobbiate organizzare un blogtour non è mio compito saperlo, promuovere un'azienda, un'iniziativa, un evento, un territorio, tanti sono i motivi per organizzare un blogtour e chiedere a decine di blogger, pagati o meno, di "sponsorizzare" o di "diventare ambasciatori" della vostra causa.