Top
  >  blog (Page 12)

Sono anni ormai che faccio il Natale nello stesso modo e anno dopo anno, mi sono accorta che la ricetta per un Natale marchigiano perfetto è una sola. Ok, sì, si possono variare le dosi, a volte, in base all'effetto che si vuole ottenere, ma, in linea di massima, gli ingredienti sono sempre quelli.

Un capitolo a parte viene dedicato ai parenti: tra le 18 e le 45 persone come minimo. Questo dipende dai fidanzati lasciati e i nuovi acquisiti durante l'anno, ma non solo, anche dal numero di famiglie più o meno presenti. 18 è il numero minimo di persone presenti, se non si raggiunge il numero si salta a piedi pari il Natale (mai successo per ora) dai 18 in su, si accettano tutti.

Recentemente ho partecipato a una discussione sul come le foto nei post contino e quanto. Eravano in Trentino e io, Sara, Francesca e Michela ci siamo fatte prendere un po' la mano. Si parlava di food e travel, di foto su piattini di plastica e di Canon, insomma, alla stregua di "eravamo quattro amici al bar" ci siamo fatte una bella chiacchierata. Cosa è venuto fuori, ma soprattutto, quali idee mi sono fatta, eccole qui di seguito.

Lo so, non si chiedono i regali, ma questo non è impegnativo, non costa soldi, ma è una cosa che sicuramente mi renderà felice. Siccome è il mio compleanno oggi e siccome non posso chiedervi di farmi un regalo, vi chiedo solo di sorridere.

Così, senza motivo, se vi capita in giornata di sorridere a qualcuno, moglie, amico, sconosciuto, ecco, pensatemi per un momento e questo sarà il regalo migliore per me. Una parte del vostro sorriso di certo renderà migliore anche la mia giornata. Che a pensarci bene poi questo è un regalo più pretenzioso di un oggetto costoso, ma so che me lo potete fare.

[lo so il titolo del post fa molto "Comprami, io sono in vendita", bhé, pace]

Da tempo ormai dico sempre che la cosa migliore da fare è comprare il blogger e non il blog. Abbastanza semplice come ragionamento ma purtroppo ci sono tantissime aziende e web agency italiane, e non, a cui ancora questo concetto non risulta chiaro. Ho un blog di viaggi dal 2008 e un blog personale dal 2010, non vi dico quindi da quanto tempo vengo contattata per scrivere di cose, luoghi, persone, ovviamente gratis.

Post provocatorio, polemico e per nulla facile, se non sei pronto a leggere, non ti conviene continuare.

L'idea, o meglio, la stizza, mi è venuta leggendo l'ennesimo post su blogger e blogstar che ormai non se ne può più di sentire in giro. Di certo è che la rete non è più quella di una volta. Ma allora come si diventa blogger oggi? Basta contare le visite mensili del blog, basta ricevere un assegno google o solo scrivere con regolarità?! La "categoria" blogger non è affatto regolamentata, non ci sono limiti, ne ci sono imposizioni e sottolineo che, per chi mi conosce come travel blogger, non sto parlando solo di questo ramo preciso.

Come ogni anno è stata annunciata la premiazione dei Macchianera Blog Awards durante la serata più attesa della Blogfest a Riva del Garda e come ogni anno sono state proposte le categorie. Gli altri anni a dire il vero la Blogfest era molto distante da me e anche quest'anno non la sento particolarmente vicina. Però, siccome mi ritengo una persona piuttosto curiosa sono andata a controllare le categorie proposte per le premiazioni.

Una paio di settimane fa ho parlato di Vivamus in un post di Zoover, raccontando la mia personale esperienza di due giorni in Maremma, quello di cui però non ho ancora parlato è di come si è svolta, dietro le quinte, questa manifestazione.

Sostanzialmente Vivamus è una festa paesana, niente di più, ma con una carica 2.0. Quello che mi ha colpito di più è stato come gli organizzatori hanno saputo trasformare le particolarità e le caratteristiche di ogni singolo paese e di tutta la zona della Maremma in generale, in eventi e grandi avvenimenti.

Un anno è passato e se ripenso a marzo e aprile credevo che quest'anno non sarebbe mai finito. Se è stato un anno pessimo dal punto di vista personale, diciamo pure sentimentale, non lo è stato per nulla dal lato lavorativo. Tante nuove amicizie, incontri e lavori che mi hanno dato soddisfazione e carica.