Top
  >  Tag "Marche"

Non avevamo mai fatto un picnic di famiglia prima, ma c'è sempre una prima volta! La cosa più bella della giornata di domenica è stato sentire Giulio che ad un tratto mi ha detto "Mamma, mi piace qui!". Abbiamo passato una domenica mattina alternativa, sotto il sole, con panini ripieni, dolcetti e tanti giochi, anche grazie agli amici di Family Nation

Da quando sono mamma mi è capitato spesso di conoscere persone che, per il bene dei propri figli, si sono messi a creare prodotti adatti ai piccoli, non trovandoli in commercio. Mi era capitato già diverso tempo fa e quest'anno, nemmeno a farlo a posta, mi è capitato con altre due mamme strepitose, oggi anche imprenditrici. Una di queste è Serena, la creatrice del marchio Tatanatura che oggi ha un bambino di 10 anni.

Lo so, un altro giapponese?! State pensando. Sì, ma questo è diverso. Questo è una perla rara! Mi conoscerete almeno un pochino ormai, non vado negli all you can eat e non mangio qualsiasi cosa mi passi sotto mano (oddio, a volte un po' di junk food capita a tutti). Non sono solita recensire tutti i ristoranti e i locali che provo, ma solo quelli che penso meritino davvero. E Hiro 10 merita, almeno secondo me.

Non sono praticissima dei Family Hotel, Giulio ha un anno e mezzo e ne abbiamo frequentati davvero pochi ancora. Non so quindi cosa non deve mancare, cosa vorrei ci fosse, qual è il servizio in più che sicuramente consiglierei alle mie amiche con figli. Sta di fatto che all'Hotel Nautilus di Pesaro ci siamo trovati davvero bene e non credo che questo sia esclusivamente un hotel per famiglie, anzi.

Auting è stata una gran bella scoperta, un servizio che mi ha dato diversi benefici: mi ha permesso di conoscere delle persone della mia città, mi ha permesso di risparmiare e infine mi ha dato la possibilità di conoscere un modo di viaggiare diverso dal solito. Di servizi come Auting io in Italia non ne avevo mai visti, mentre all'estero ne esistono diversi, almeno così mi hanno detto.

I viaggi on the road sono tra i miei preferiti (oltre a quelli di 24 ore di aereo), amo infatti immergermi completamente nel viaggio, a partire dal tragitto. Sì perché diciamocelo, quel qualcuno che aveva detto che il viaggio non è il raggiungimento della meta, ma il suo percorso verso la meta, non aveva poi così tanto torto.

Questo San Valentino è stato diverso, niente cene, niente fiori, niente cioccolatini. Questo San Valentino sono andata nelle Marche, sono stata due giorni pieni nella natura, in campagna tra galline, pecore, cani e gatti. Mi sono rilassata davanti al camino, ho iniziato e quasi finito un libro che avevo in mente di leggere da Natale, ho dormito tantissimo, ma proprio tanto, ho mangiato bene e respirato l'aria di campagna.

Qualche giorno fa sono tornata a Urbino. Non ci tornavo da anni, l'ultima volta avevo fatto una visita al Palazzo Ducale, era inverno ed ero rimasta solo poche ore. Anche questa volta in realtà sono rimasta solo una mattina, non ci ho nemmeno pranzato perché la mia casa nelle Marche si trova a circa 40 minuti da lì, e così è stato solo un breve ritorno. In poche ore a Urbino ho potuto comunque rivedere e rivivere qualche anno universitario. Ho visto la mia prima casa, dove sono stata solo qualche mese, era troppo fuori per le mie esigenze. Poi ho parcheggiato vicino a Porta Lavagine e ho visto la mia terza casa, quella dove sono stata meglio, quella dove si trova la mia parte preferita di vita ad Urbino.

C'è poco da dire io adoro le Marche. C'è poco da dire anche perché io sono marchigiana e come non posso amare la mia terra? In effetti è difficile. Inoltre la Tenuta San Settimio si trova a pochi km dalla casa dei miei nonni e pochi km da terreni che una volta erano dei miei nonni. Probabilmente in passato, 50 o 100 anni fa i miei nonni e i signori che abitavano questa Tenuta si saranno anche scambiati più volte una battuta, si saranno invitati a cena e avranno mangiato verdure del proprio orto o raccontato storie e aneddoti marchigiani che io non conosco più. Com'è possibile quindi non amare per me questo posto? Impossibile.