Top
  >  Destinazioni   >  Toscana, weekend nel Chianti: vino, macellerie e borghi
Toscana Federica

La Toscana è una gran bella destinazione, facile in ogni stagione e soprattutto perfetta in ogni stagione: d’estate con le sue belle vallate e d’inverno con i suoi camini e le degustazioni di vino (magari mentre fuori nevica!). L’itinerario che suggerisco in questo articolo, è un itinerario provato personalmente in settembre, ma che può essere replicato in altre stagioni e in altri mesi perché molto semplice e per cui la stagionalità non pregiudica la sua fattibilità.

Nello specifico la zona in cui sono stata per alcuni giorni e che ho esplorato in lungo e in largo, è la zona di Greve in Chianti, la zona del Chianti per eccellenza. Durante questi giorni di viaggio sono andata alla scoperta di vino, ma anche di borghi, di macellerie storiche, di dimore d’epoca e di parchi artistici a cielo aperto dove divertirsi con tutta la famiglia. Un viaggio in Italia che si può fare in ogni momento, senza dover necessariamente prenotare un volo aereo, ma andando in auto con la fortuna di potersi portare a casa casse di buon vino degustato in cantina. Un viaggio rilassante alla scoperta della nostra bella Italia.

Degustazioni di Chianti in Toscana

Parlando di Toscana, credo una delle primissime cose che venga in mente a tutti è: dove vado ad assaggiare del buon vino? I posti sono tanti. In alcuni di questi però è meglio prenotare una visita, sia per avere un trattamento migliore, sia perché alcune cantine sono effettivamente più famose di altre e sarebbe un peccato doversene andare via con la bocca asciutta (letteralmente) per non aver prenotato. In alternativa al viaggio, se prima o dopo ti è venuta voglia si assaggiare una buona bottiglia di vino, una selezione molto varia e completa disponibile online è quella di vino Chianti sul sito Negozio del Vino. Durante il mio viaggio in Toscana, ci siamo organizzati nell’andare a vedere due cantine che volevamo assolutamente visitare fra tutte: il Castello di Ama e Lamole di Lamole.

Castello di Ama

Siamo nella località di Ama in Chianti a Gaiole in Chianti, vicinissimi a Siena. Qui sorge il Castello di Ama che assieme al suo borgo sono essi stessi motivo di visita, se poi si aggiunge anche la degustazione alla cantina, questo è un luogo che vale assolutamente la pena mettere in lista. Parlando del Castello e del suo borgo, una cosa salta subito all’occhio, lo street legame che c’è tra il Castello di Ama e l’arte. Dal 1999 infatti, in collaborazione con Lorenzo Fiaschi e la Galleria Continua, ha avuto inizio il progetto artistico che vede tantissimi artisti di fama internazionale avvicinarsi a questo luogo che pare essere un luogo che parla al cuore di scultori e creativi di ogni genere. Non è difficile rimanere affascinati dalle numerose installazioni, alcune ormai permanenti e altre che si susseguono nel tempo.
Cosa e come prenotare? Ci sono differenti proposte di visite e degustazioni, alcune anche più complesse con pranzo e degustazione di diverse ore. La prenotazione per la degustazione semplice non è necessaria, solo se deciderete di fare un’esperienza più strutturata, la proprietà richiede una prenotazione di almeno 48 ore dalla data di visita.

Lamole di Lamole

La tenuta Lamole di Lamole è situata nel cuore del Chianti a Greve in Chianti in Via di Lamole. Sono precisa sulle indicazioni perché per alcune località potreste avere l’idea di perdervi nelle campagne toscane, in realtà è solo un’impressione. Seguite il navigatore e all’occorrenza, chiedete a qualche locale, sempre il modo migliore per visitare i posti. Lamole di Lemole è una bella tenuta dove potrete prenotare una visita e anche una degustazione da soli, oppure assieme ad un gruppo di amici. Anche in questo caso, per sicurezza prenotate sempre prima. Come per tutte le degustazioni, oltre ai calici che vi fanno assaggiare i vini migliori della cantina, vi viene offerto anche qualcosa da mangiare per non andare via a stomaco completamente vuoto.

Borghi e parchi nel Chianti

Un viaggio come quello di cui vi sto parlando, può essere fatto con un gruppo di amici, in coppia, ma perché no anche in famiglia con bambini. Quello che ho fatto io infatti è stato proprio un viaggio in famiglia. Vi assicuro che non è stato difficile alternare le degustazioni di vino ai giorni in cui scoprivamo un borgo oppure andavamo in un posto all’aperto prettamente per famiglie o comunque per amanti dell’arte. E vi assicuro che i bambini recepiscono l’arte in modo ottimale, molto di più di qualche adulto. Se quindi deciderete di avventurarvi in un viaggio nel Chianti come quello che vi sto suggerendo io, vi consiglio di appuntarvi anche il Chianti Sculpture Park, il borgo di Radda in Chianti e l’Abbazia di San Galgano.

Chianti Sculpture Park

Il Parco sculture del Chianti è una mostra permanente a cielo aperto di installazioni e sculture contemporanee, situato a Castelnuovo Berardenga, nei pressi di Siena. Il biglietto di ingresso è accessibile, il parco viene circa 10€, 5€ per i bambini ed è gratuito per i piccolissimi. All’interno ci si può stare quanto tempo si vuole, il percorso si snoda all’interno del parco, basta seguire il sentiero. Quasi tutte le opere si possono toccare anche perché sono a stretto contatto con la natura e si sviluppano all’aperto. Qualche opera necessita di essere proprio vissuta per assaporarne la bellezza e la creatività. Il percorso è molto piacevole e anche con i bambini si possono passare delle piacevoli ore. L’unica cosa a cui dovete fare attenzione è di prendere una giornata di sole o comunque non di pioggia, perché essendo completamente all’aperto il percorso, questo vi renderà soggetti a tutte le intemperie.

Il Borgo di Radda in Chianti

Radda in Chianti non è assolutamente l’unico borgo che vi consiglio di vedere nel Chianti, ma è quello che a me personalmente è piaciuto di più. Probabilmente perché è stata una delle giornate più belle passate in Toscana, quella a Radda in Chianti, non saprei… del resto ci innamoriamo dei posti spesso per come ci stiamo, non per come sono davvero. Alla fine come Radda in Chianti ci sono anche Volpaia e ancora Giaole in Chianti e tanti altri. Quello che vi consiglio di fare è di prendervi del tempo per vedere i borghi. Ci vuole almeno una mezza giornata a borgo, se poi ci unite anche un pranzo o una cena, tanto meglio: sarà l’occasione per mangiare bene e locale e il più delle volte spendendo anche poco.

Abbazia di San Galgano

Durante il mio viaggio in Toscana, non potevo perdermi uno dei gioielli toscani, l’Abbazia di San Galgano. Qui in realtà siamo in Val di Merse a 35 km a sud di Siena. Per questo motivo io ho lasciato l’Abbazia di San Galgano come ultima cosa da vedere e poi da qui, sempre in auto, sono ripartita verso casa. E` stata questa l’ultima cosa che ho visto in Toscana durante questo viaggio e devo dire che nel valsa assolutamente la pena. L’Abbazia ha una particolarità evidente in tutte le fotografie e la noterete ovviamente anche voi appena arrivati… a patto che già non la sappiate: l’Abbazia di San Galgano non ha il tetto. La cosa è buffa fino ad un certo punto, nel senso che sì il tetto non c’è anche per l’usura del tempo, ma anche perché nel 1500 questa venne affidata ad un abate commendatario che per ripagare i debiti che aveva decise di vendere il tetto in piombo dell’Abbazia. Il costo di ingresso per l’Abbazia è di pochi euro, circa 5€. Vale davvero la pena visitarla al suo interno e sperate non ci sia troppa gente così da fare qualche foto carina… l’Abbazia merita davvero.

Dove mangiare bene nel Chianti

Antica Macelleria Cecchini

L’Antica Macelleria Cecchini si trova a Panzano in Chianti ed è famosissima in zona, ma in realtà è diventata famosissima in tutta Italia. Qui si può decidere di acquistare la carne dal macellaio, in quanto la macelleria fa questo: vende carne. Per godere della zona infatti, il consiglio è di sostare almeno qualche giorno, una buona opzione può essere quella di prenotare una delle case e appartamenti vacanza in Toscana su Holidu. Oppure si può decidere di mangiare all’interno della macelleria. Se siete di passaggio e volete mangiare bene alla Macellerie Cecchini, ci sono due opzioni: prenotare un posto al tavolo della macellerie, dove c’è un menù fisso e anche un prezzo fisso, oppure mangiare nel food truck che si trova appena sopra la macelleria. In entrambi i casi credo mangerete bene, la carne vedrete sarà ottima, in un caso spenderete sicuramente di più e in un altro di meno, ma saranno anche due esperienze completamente diverse. A voi la scelta e come dice questo famoso macellaio “Evviva la ciccia!”.

Ristorante di Lamole

La cantina vinicola di Lamole di Lamole di cui parlavamo sopra ha anche un vantaggio, a pochissima distanza ha un ristorante che vi consiglio vivamente di visitare per cena, perché offre un tramonto e una vista incredibili. Il luogo si chiama Ristoro di Lamole a Lamole. Finirete la cena in pace con voi stessi dalla bellezza del posto e dalla bontà dei piatti toscani. Questo è un consiglio da tenere stretto!

Articoli correlati:

Popup Builder Wordpress