Ma cosa fa tutti i giorni una Blogger? Mi sono posta seriamente la domanda quando, durante l’intervista che mi fece il giornalista di Corriere Romagna, in effetti non sapevo che rispondere. Volevo dire, guardo qua, faccio là, della serie faccio cose, vedo gente.

Su dai, facciamo i seri. Di cose da fare ce ne sono e anche fin troppe, tanto che a volte penso che il giorno in cui farò un figlio, non so come troverà il tempo per lui (anche qui continuo a scherzare eh, sempre meglio specificare). Di lavoro se si fa il blogger freelance per professione, e non come hobby o nei ritagli di tempo e quindi ci devi tirar fuori lo stipendio, ce n’è e tanto. Non posso sapere come gli altri professionisti dividono la loro giornata, ma vi posso raccontare la mia.

Solitamente non amo andare a dormire tardissimo, sono una mattiniera e sono molto più felice quando la mia giornata inizia presto. Quando riesco ad andare a camminare al mare, solitamente in primavera/estate, metto la sveglia alle 7.15, così per le 9 sono bella attiva al piano di lavoro con Mac aperto e occhi svegli.

In inverno e nelle brutte giornate invece mi risparmio la camminata mattutina, ma cerco comunque di muovermi un po’ durante il giorno. Di solito in questi casi mi sveglio intorno alle 8.15, faccio colazione con un occhio aperto e uno chiuso e sono per le 9 al Mac. Ho una bella scrivania al piano superiore con un Mac fisso da 27 pollici, ma io mi ostino a sacrificarmi nel tavolo della cucina con il Mac portatile da 13 pollice. Misteri della vita.

colazione

Intorno alle 9 apro le mail e inizio a rispondere alle urgenze, le altre le smisto con calma durante la giornata. Mi faccio un piano settimanale dei lavori a inizio settimana. Spesso e volentieri scrivo tutto nel retro della busta della bolletta appena pagata o su qualche foglio volante. Non so come mai ma le agende non le amo tantissimo, preferisco i foglio che posso portarmi in viaggio, che infilo nella custodia del Mac per mettermi a lavorare in qualsiasi posto e a qualsiasi ora.

Dopo le prime mail, inizio quindi la mia scaletta. Non mi do mai più di tre lavori al giorno da fare, che di solito dato che ci sono anche le urgenze a cui stare dietro, sono anche troppi. Inizio quasi sempre pubblicando un post di viaggio nel blog Viaggi Low Cost. Se non è un mio pezzo, faccio editing dei pezzi degli altri autori  del Magazine (che sono diventati 60!). Loro in autonomia hanno le password per accedere al blog e lasciarmi i pezzi in bozza, così io devo solo accedere e vederli, decidere quale pubblicare anche in base al periodo (San Valentino, Primavera, Natale, ecc. ecc.) e poi condividerli (bene) sui social di Viaggi Low Cost, quindi Twitter, Facebook e Google Plus.

casa-federica

Fatta questa prima fase di solito si fanno le 11 e io vado a completare il primo lavoro. Non riesco quasi mai a finire per pranzo, infatti mangio sempre intorno alle 14. Stacco prima solo se ho particolarmente fame o per pranzo devo uscire di casa per raggiungere qualcuno. Durante la pausa pranzo di solito sistemo un po’ la casa, il lunedì o quando torno da qualche viaggio è sempre un casino. Ogni volta sembra che mi sia scoppiata la valigia in casa -.-

Pranzo in un’ora scarsa, ma a volte quando sono stanca – e qui viene il bello dell’essere freelance e del lavorare in autonomia – mi concedo un film durante la pausa pranzo. Questo vuol dire che se mi metto verso le 14 a mangiare, impiego un’ora e mezza tra la preparazione del pasto e il caffè e intanto mi godo un filmato che trovo su Sky Go. Adoro i film, potrei passare le giornate a guardarli o riguardarli.

casa-mansarda

Intorno alle 15.30 mi rimetto al lavoro. Durante il pomeriggio cerco di finire sempre tutto quello che mi sono imposta di fare. Non sempre riesco a scrivere un post per questo blog, che tra tutti è quello che più subisce i miei impegni e raramente viene per primo. Tra i progetti che vengono prima ci sono invece le attività della mia società, TBnet Srl. Nel pomeriggio mi dedico alle collaborazioni e ai contratti in atto, ai preventivi, e ai report.

Spesso e volentieri in questa fase capita che mi perda nella ricerca di qualche volo, ma è normale. Posso passare 15 minuti fino ad un’intera ora a controllare voli e a leggere guide online, viaggiare con la fantasia potrebbe essere il mio secondo lavoro 🙂

Prima delle 18 cerco di finire tutto, come freelance oltre alla società che gestisco in collaborazione con altri tre ragazzi mi occupo della gestione social di alcune strutture turistiche, quindi strategia e programmazione, report e preventivi. Da blogger di viaggi, ma non solo, scrivo per determinati Magazine e testate, brand con cui collaboro e che richiedono dei pezzi settimanali da parte mia. Questa è un’altra fase della mia giornata.

blogger

I miei tre lavori, quello per i miei blog, per la mia società e come freelance occupano praticamente tutta la mia giornata. Verso le 18.30 finalmente esco e mi svago anche io.

Spesso esco a fare una passeggiata e mi allungo per un aperitivo con un’amica o vado solo a fare una camminata veloce, se invece mi va di cucinare (che ho scoperto mi rilassa un sacco), mi metto ai fornelli. Fino alle 20 sono ancora reperibile, ma dalle 20 in poi stacco tutto, rispondo solo se nell’iPhone vedo la chiamata “Mamma” 😀

Il dopo cena è completamente dedicato al relax e al “digital detox” e riprendo l’iphone in mano solo la mattina dopo praticamente. Cosa vi aspettavate? E`come l’avevate immaginato il mio lavoro o pensavate ad altro?