Sono arrivata a Malta 3 giorni fa e da allora è stato tutto in salita. Oggi è solo lunedì, ma mi sento come se fosse passata una settimana abbondante dal mio arrivo sull’isola. Appena arrivata con la compagnia aerea Air Malta, in aeroporto mi aspettava l’autista per accompagnarmi al mio alloggio, l’alloggio che mi ha fornito la Scuola di Inglese, la Elanguest.

Sono entrata nel mio appartamento, all’ultimo piano di un bell’edificio, e non c’era nessuno. Ho esplorato il piano, le 3 stanze, i due bagni, i balconi e la cucina e poi mi sono messa a disfare i bagagli. Nella mia stanza, la numero 3, ci sono due letti singoli e due armadi. Ho pensato dovesse arrivare un’altra persona. Mi sono poi messa sul divano a capire un po’ come funzionava il tutto, ho letto le regole della casa, mi sono collegata al wifi dell’appartamento e iniziato a capire, guardando dalla finestra, le distanze e la dislocazione dello stabile rispetto alla scuola, che in realtà si trova a soli 50 passi – sì, ho detto passi, dal mio appartamento. Pochissimo.

Appartamento a Malta

Dopo pochissimo è arrivata Karla. Mi ha sorpreso subito la sua voce allegra e sono stata ben felice che fosse in camera con me. Karla ha 23 anni, vive a Berlino dove frequenta un master in economia, ma è nata in un paesino vicino Colonia. Parla molto bene l’inglese e starà qui tre settimane, una in più rispetto a me. Per i primi tre giorni ci siamo fatte compagnia, siamo andate assieme al Carnevale di Malta alla Valletta, abbiamo conosciuto altri ragazzi e ragazze degli altri appartamenti e abbiamo cenato e pranzato insieme.

Malta

Il bello di Karla è che è gentilissima. La prima cosa che mi chiede la mattina è come ho dormito, mi chiede se mi sono svegliata la notte e ha sempre un’attenzione particolare. Io spero di fare lo stesso con lei e cerco di essere sempre molto disponibile, ma viene naturale con una ragazza così davanti 🙂 mi piace molto come persona. Karla mi ha raccontato che i suoi genitori studiano italiano, ma che lei non sa una parola della mia lingua. Le ho detto che pure io in tedesco so poco e nulla e così, per forza di cosa, comunichiamo in inglese, avendo pazienza e cercando spesso e volentieri i termini che non conosciamo su Google 😀

Federica e Karla

Il bello di questi primi tre giorni è avere una casa in cui vanno e vengono tante persone. Una casa aperta, dove la sera si riunisce un po’ di gente degli appartamenti  vicini, perché a quanto ho capito l’appartamento dove stiamo io e Karla è quello più centrale e anche più nuovo. La sera non guardiamo la tv, facciamo conversazione, apriamo una birra e cerchiamo di farci capire, di comunicare nel miglior modo possibile correggendoci l’un l’altro.

Mercato del Pesce

Domenica sono andata con Karla, un’olandese, un marchigiano e una spagnola a Marsaxlokk, un piccolo villaggio di pescatori dove la domenica si svolge il mercato del pesce. Qui siamo ancora in pieno Carnevale che è davvero molto sentito, tanto che ad ogni ora e ad ogni angolo c’è una maschera, un carro o una musica che ricorda l’atmosfera carnevalesca. A Marshaxlokk abbiamo mangiato in un ristorante non buonissimo, ho capito che siamo solo noi italiani a farci tanti problemi per i cibo all’estero, come del resto per il caffè. Non mi spiace farmi questo genere di problemi se alla fine vuol dire mangiare meglio e spendere il giusto, non so come mai gli altri ragazzi (tranne l’italiano) non hanno voluto cercare altri locali più buoni o a miglior prezzo. Credo lo scoprirò nel corso del mio soggiorno, continuando ad uscire con loro.

Federchicca a Malta

Domenica sera sono arrivati altri nuovi coinquilini nel nostro appartamento. Sono arrivati due ragazze tedesche e un ragazzo austriaco. Karla si è buttata un po’ giù con il loro arrivo, sperava i ragazzi non fossero del suo paese e così abbiamo deciso, per forza di cosa, che in casa si parla solo ed esclusivamente l’inglese.

Con l’inizio delle lezioni il lunedì mattina, la domenica sera è un momento di arrivi. Oltre a loro negli altri appartamenti sono arrivati tanti altri ragazzi, tra cui un ragazzo di Budapest, e un ragazzo di Barcellona. Oggi invece è stato i primo giorno di lezione alla Elanguest School.

Marsaxlokk

Il primo giorno di lezione ci hanno diviso in classi, in base a un test preliminare per capire il grado di conoscenza del nostro inglese, e abbiamo iniziato a parlare e a fare esercizi. Devo dire che la mattinata è proseguita piuttosto bene, ci sono stati pochi intoppi, anche perché la mia classe è formata da sole 5 persone, compresa me. La mia insegnante, Anna, è molto brava, molto paziente, cerca di spiegare a tutti senza dimenticarsi la nostra cultura, il che è molto importante dato che ho una classe mista: 2 tedeschi, un austriaco e un ragazzo che viene dalla Romania. Sono l’unica ragazza per il momento ma non credo sia un grande problema. I due ragazzi tedeschi lavorano in Germania presso una foresteria, quello più giovane ha 24 anni e due figli e ha lasciato la famiglia in Germania per seguire questo corso dato che presto nel suo posto di lavoro arriveranno 4 ragazzi dalla Mongolia e lui dovrà fare da insegnante. Una cosa piuttosto interessante insomma.

Dolci maltesi

L’unica vera difficoltà per me è riuscire a conciliare la scuola alla mia esperienza a Malta al mio lavoro personale. Spesso mi trovo a lavorare, a scrivere, mentre i miei compagni magari escono per godersi Malta. Nei prossimi giorni proverò a organizzarmi meglio, per non perdermi nulla. Sarà difficile e abbastanza impegnativo, ma credo sia la cosa migliore da fare.