Quando si soggiorna in un hotel, lo si confronta con gli altri per qualità e prezzo, ma non sempre si è fortunati, perché i siti possono ingannare, le fotografie anche, le recensioni non ne parliamo. Io ho saputo scegliere. Sono stata all’Hotel Milano Scala per una sola notte, ma me la sono goduta a pieno. In occasione dell’apertura del Temporary Store Bauli, sono arrivata a Milano nel primo pomeriggio e sono ripartita con calma la mattina dopo. Giusto il tempo di godermi la camera, il letto, il caffè in camera, la colazione e il salotto comune.

Il fatto che io abbia soggiornato qui nel periodo di Natale sostanzialmente e non in estate, è stata da una parte una sfortuna e dall’altra una fortuna. Una fortuna perché ho potuto apprezzare a pieno gli addobbi natalizi, le candele, il camino acceso la sera e l’aria natalizia che si respirava in tutta Milano, una sfortuna perché non ho potuto godere del terrazzo dell’Hotel Milano Scala, che mi hanno detto è una meraviglia in primavera e in estate, sia per l’orto che per la vista, ma soprattutto per l’aperitivo a quanto pare. E` ovvio che dovrò ritornare appena il tempo sarà più clemente.

hotel-milano-scala-camera

hotel-milano-scala-numeri

L’Hotel Milano Scala è membro di Preferred Hotels & Resort, un hotel green, a emissioni 0. Fin dalla sua apertura nel settembre del 2010 l’hotel si è impegnato nella riduzione dei consumi energetici e degli sprechi a cominciare dalla produzione energetica senza rilascio di CO2 nell’ambiente.

milano-hotel-campari

milano-scala-hotel

Qualche esempio? La linea di cortesia nei bagni è bio degradibile al 99% e il packaging è fatto in materiali riciclati per ridurre le fonti di inquinamento. Le finestre sono dotate di contatti magnetici che, in caso di apertura, bloccano il funzionamento degli impianti stessi, mentre da giugno 2012 l’hotel uilizza un’auto 100% a motore elettrico per i propri spostamenti.

La cucina? Grazie alla collaborazione con piccoli produttori del Parco del Ticino che hanno operato scelte di coltivazioni biologiche ed ecosostenibili, la cucina dell’hotel si avvale di ingredienti e prodotti che hanno percorso il minor numero di chilometri possibile dalla zona di produzione

hotel-milano-scala-set-cortesia

hotel-milano-scala-sala

Come dicevo all’inizio del post, non sono riuscita a vedere l’orto sul tetto, sfortunatamente (per la precisione al sesto piano).  Nella Sky Terrace all’ottavo piano invece si trova un bellissimo orto e una grande terrazza dove in estate e in primavera si organizzano aperitivi con vista sui tetti di Brera e sulle guglie del Duomo di Milano, un vero e proprio angolo di natura si apre agli ospiti.

L’orto in terrazza nello specifico è l’ultimo prodotto della filosofia green dell’Hotel. Qui si coltivano erbe aromatiche, fiori, frutta e verdura di stagione utilizzate direttamente dalla nostra cucina. In più qui si trova anche la casa degli insetti, molto carina. Vi consiglio una visita ai piani alti quindi se vi trovate all’Hotel Milano Scala, vedrete il panorama che si staglia davanti a voi che meraviglia!

hotel-milano-scala-giardino

hotel-milano-scala-ultimo-piano

Infine, la parte più bella secondo me, la hall e il salotto comune. Il bello di questo hotel è che durante la settimana o nelle serate del weekend, si svolgono qui feste e concerti. L’ambiente è elegante, cool, decisamente unico. Il caminetto, la libreria, le candele e i divieti. Tutto invoglia a rimanere incollato alle poltrone, ammirando il soffitto a vetrate, i titoli delle collane, il fuoco dolce del camino.

hotel-milano-scala-camino

hotel-milano-scala-addobbi

Non ho foto della colazione, perdonatemi, ma ero troppo affamata e la colazione troppo gustosa. Non sono riuscita a scattare nulla prima di mangiare. In compenso però ho fotografato la giovane ragazza che la mattina intrattiene gli ospiti con una musica dolcissima. Ogni mattina si alternano giovani musicisti che allietano l’inizio della giornata degli ospiti.

hotel-milano-scala-colazione

Insomma, l’hotel è una chicca e vale la pena trascorrere qui una notte con una persona speciale o in alternativa passare anche solo per un drink, fermandosi a leggere il proprio libro davanti al camino, almeno per qualche ora!