Giulio: 40 voli, 25 mentre era ancora nella mia pancia, oltre 15 a 15 mesi poi, se non mi sbrigo a segnarli prima o poi perderò il conto. Di voli in questo anno e mezzo quasi, ne ho presi tanti e di compagnie aeree pure. Ho parlato già dei voli in gravidanza di quello che si dice, di quello che è vero e di quello che è valido sì, ma non per tutte le gestanti. Ogni compagnia aerea è diversa, alcune fanno volare fino quasi al nono mese e così anche quando un bambino è nato, ogni compagnia aerea si comporta in modo diverso. 

Quasi nessuna compagnia aerea fino al secondo compimento d’età, non fa pagare nulla, ma un paio di casi isolati ci sono. Il prezzo per il volo di un neonato è ridotto, è vero, ma non è quasi mai zero. La percentuale del costo del biglietto, rispetto ad un biglietto aereo pieno, da adulto, dipende dalla compagnia aerea. Ah, perché non lo sapevate che fino ai 2 anni i bambini pagano meno pur viaggiando in braccio ai propri genitori? Partiamo con le prime informazioni allora!

compagnie-aeree-per-bimbi

compagnie-aeree-per-bambini

Niente posto a sedere fino a 2 anni, con eccezioni

I bambini che volano e che hanno meno di due anni, non hanno il posto a sedere, su nessuna compagnia aerea. Questo significa che, se neonati, saranno leggerissimi sulle vostre ginocchia e si appisoleranno sul vostro petto. A poco più di un anno e mezzo, ovviamente dipende dai figli, saranno dieci e passa kg di bellezza sulle vostre ginocchia, attivi per 2, 5 o 10 e passa ore di volo. Stancante vero?
Io e Giulio ce la siamo cavata piuttosto bene durante il nostro volo per Cuba ai suoi 10 mesi. Lui ha dormito tutto il tempo sia all’andata che al ritorno, certo i suoi quasi 12 kg si sono fatti sentire, ma è stata comunque un’esperienza.

Se vuoi, puoi acquistare il posto a sedere

Dicevamo, ci sono delle eccezioni. Se si vuole comunque prenotare un posto a sedere per un neonato, un bambino che ha meno di due anni e che non avrebbe garantito il posto a sedere, lo si può comunque fare, pagando una tariffa piena, come se a viaggiare fosse quindi un adulto. Quasi tutte le compagnie aeree lo permettono, tranne rare eccezioni, al momento tra quelle verificate solo la Wizzair non permette di comprare un posto a sedere per un neonato.
A voi la scelta sul da farsi. Io personalmente non ho ancora mai provato questa opzione e non so se la proverò mai, due anni volano davvero così in fretta e se si può sfruttare qualche tariffa agevolata, perché no?

Una volta in braccio, sia al momento del decollo che al momento dell’atterraggio, è obbligatorio che il bambino sia legato alla cintura del genitore con un’apposita cintura che vi verrà consegnata una volta saliti sull’aeromobile dal personale di bordo. La cintura non è affatto difficile da indossare, assicuratevi solo di avere a portata di mano qualche gioco o un po’ di cibo per distrarre vostro figlio nei minuti della salita e della discesa. Io di solito cerco di far addormentare Giulio e il rumore dell’aereo lo aiuta sempre. Si schiaccia dei lunghissimi pisolini e voliamo tranquilli fino a destinazione, solitamente.

Quanto costa il volo per un neonato?

Dipende. Dicevamo che ogni compagnia aerea vende i biglietti per i bambini di meno di due anni, a percentuali diverse rispetto al costo intero del volo dell’adulto. Perché i biglietti non costano zero se i piccoli non hanno il posto a sedere? Ci sono comunque le tasse aeroportuali, ci sono i pasti a bordo (che abbia 2 mesi o 2 anni il bambino mangerà comunque anche senza posto a sedere) e c’è il posto per i bagagli. Se imbarcano il passeggino e l’ovetto di vostro figlio, quello ha un costo e via dicendo. Il prezzo del biglietto varia dalle compagnie dicevamo, vediamo chi ha i prezzi migliori allora.

Aer Lingus

Per chi viaggia a corto raggio il prezzo è di 20€ a bambino a tratta, per chi viaggia da e per gli Stati Uniti, il biglietto ha un costo del 10% rispetto a quello degli adulti. Si la priorità di imbarco rispetto agli altri passeggeri.

Air France

Il volo è gratuito se si viaggia internamente in Francia, il costo del biglietto per bambini è 10% rispetto a quello per gli adulti l’imbarco prioritario per chi a bambini è rispettato. La tariffa se si vuole acquistare un sedile per un bambino con meno di due anni va dal 15% al 35% in base alla tratta.

Air Malta

Il volo per i bambini con meno di 2 anni ha un costo del 10% in meno rispetto alla tariffa di un adulto, ma se si vuole prendere un sedile a parte la tariffa diventa piena. Air Malta non garantisce l’imbarco prioritario.

British Airways

British Airways da uno sconto del 10% rispetto al normale biglietto di un adulto su tutti i suoi voli. Diverso è invece se si vuole acquistare un sedile per il minore di due anni che, in base alle tratte, ha uno sconto che va dal 75% all’85% rispetto alla tariffa piena dell’adulto. British Airways garantisce l’imbarco prioritario.

Easyjet

Easyjet da la possibilità di volare con un costo fisso per tratta che è di 28€. Se si vuole prendere un posto a sedere per il neonato la tariffa è piena, l’imbarco prioritario è sempre garantito da Easyjet.

KLM

I voli per i minori di 2 anni con KLM hanno un costo del 10% rispetto a quelle degli adulti. Per un posto a sedere si applica un costo dell’80/90% rispetto alla tariffa piena dell’adulto. KLM non da la possibilità di imbarco prioritario nei suoi voli.

Lufthansa

Come Air France anche Lufthansa fa volare gratuitamente i bambini sotto i due anni che viaggiano internamente alla Germania e volano sulle gambe dei propri genitori. Per voli esterni al Paese invece, il costo del biglietto è del 10%, costo della poltrona, in media del 90% della tariffa dell’adulto. L’imbarco prioritario è garantito.

Norwegian

Norwegian da la possibilità di volare con un 10% rispetto alla tariffa piena di un adulto e un 75% per chi vuole un posto a sedere anche per il minore di 2 anni. Norwegian non da l’imbarco prioritario a chi ha bambini.

Ryanair

Ryanair offre a tutti i minori di 2 anni un costo per tratta pari a 20€. Non da l’imbarco prioritario alle famiglie e la tariffa per chi vuole prenotare un sedile per il figlio, è piena.

Tap Portugal

Tap Portugal fa pagare il 10% ai bambini sotto i due anni che viaggiano in aereo con la compagnia. Mentre per i bambini che vogliono una poltrona tutta per loro, il costo è del 70%/80% rispetto alla tariffa del volo di un adulto, in base alla tratta scelta. Tap Portugal da la possibilità di imbarco prioritario.

Turkish Airlines

La Turkish Airlines offre come tariffa ai bambini con meno di 2 anni il 10%, mentre il costo di un biglietto baby con tanto di poltrona è al 75% della tariffa piena di un adulto. La compagnia aerea Turkish Airlines da l’imbarco prioritario.

Compagnie aeree su rotte nazionali che amano i bambini

American Airlines

American Airlines è la compagnia di bandiera americana che offre un grande vantaggio per chi viaggia con bambini che hanno meno di due anni. Se la tariffa per chi viaggia portando il bambino sulle ginocchia è in linea con quelle delle altre compagnie aeree, quindi un 10% rispetto al prezzo intero di vendita dei biglietti per adulto, è sulle tariffe per poltrona per bambino che da il meglio. I bambini che hanno meno di due anni e che prendono una poltrona tutta loro, pagano solo il 30% della tariffa dell’adulto.

Emirates

Stessa cosa per Emirates, che se nelle tariffe per minori di due anni non si sbilancia e offre anch’esso un 10% sulla tariffa per adulto, nelle tariffe per i bambini che comprano una poltrona e hanno meno di due anni, lo sconto è alto. Parliamo di un biglietto aereo che ha un costo del 35% della tariffa per adulto, con tanto di imbarco prioritario (laddove American Airlines non lo preventivava).

Qatar

Infine Qatar fa un bel mix. Il costo di un normale biglietto per bambini con meno di due anni è del 20% rispetto alla tariffa dell’adulto, ma la tariffa del bambino che sceglie di prendere una poltrona a sedere è dell’85% circa rispetto alla tariffa piena, tenendo sempre in considerazione la tratta scelta. La percentuale sarà maggiore nelle tratte più lunghe e minore in quelle brevi. Anche Qatar da la possibilità di imbarco prioritario.

volare-con-neonato

volare-klm

Ultimissime raccomandazioni

Prima di partire con un neonato in aereo, leggete sempre per filo e per segno cosa indica la compagnia aerea nella pagina specifica per i neonati in viaggio. Ogni compagnia aerea ha le sue regole, qui ho riportato solo le percentuali di prezzo, che comunque trovate nelle pagine apposite delle compagnie aeree, quindi niente è segreto! Le percentuali potrebbero variare, fate attenzione anche a quanti colli (passeggino, ometto, bagaglio) per figlio potete portare.

Inoltre, ricordate che tante compagnie aeree fanno partire un solo genitore con massimo due neonati, non di più.
Certo, se ne avete di più e volete partire da soli per me siete degli stoici e dovreste meritarvi i biglietti gratis!

Ultimissima cosa, controllate anche i pasti a bordo se fate dei voli lunghi, quali sono le condizioni per i bambini con meno di due anni, a volte ad esempio danno dei baby meal che a Giulio ad esempio non sono mai piaciuti, io ho richiesto tramite assistenza clienti per lui e direttamente alle hostess sul volo, un pasto da adulto. Per quanto riguarda le culle, anche questa cosa è a parte per ogni compagnia aerea. Sul sito dovrebbe esserci scritto come potete prenotarla e nel caso non lo trovaste, chiamate o contattate la compagnia aerea per farvela garantire, peri voli lunghi è essenziale, se non altro per riposare un po’ le gambe.
Ricordate bene che le famiglie con bambini con meno di due anni, hanno la priorità ad avere i posti più larghi, se vedete che ci sono altre persone nei posti che dovrebbero essere riservati a voi, fatelo presente agli assistenti di volo, probabilmente c’è stato uno sbaglio.