In Repubblica Dominicana si va per fare una cosa sola: mare, mare e ancora mare, bagni, bagni e ancora bagni in acqua! Le spiagge qui sono molto belle (quasi tutte), alcune molto turistiche e altre meno conosciute, alcune artificiali, altri paradisi naturali e incontaminati. Nella mia settimana in Repubblica Dominicana, ho esplorato alcune spiagge, anche se purtroppo non tantissime perché ho visitato anche Santo Domingo, la capitale, e ho passato alcuni giorni in un resort a Bayahibe, così come ho scritto nel precedente post.

Tanti italiani arrivano in Repubblica Dominicana e soggiornano per giorni o settimane intere nei resort, poco consapevoli del fatto che fuori da qui ci sono bellezze che valgono viaggio, prime fra tutte: le spiagge! Come detto, le prime spiagge che abbiamo visto sono quelle di Bayahibe, la zona più turistica per eccellenza, ma anche quella che per definizione ha spiagge più belle, caraibiche, bianche. Qui non piove mai, dicono, qui è uno spasso fare il bagno, ed è vero!

Bayahibe, la zona più turistica della Repubblica Dominicana

Bayahibe è la zona più turistica di tutta la Repubblica Dominicana e andare al mare qui è abbastanza facile e rassicurante. Non bisogna nemmeno uscire dai villaggi per andare al mare e anche se può sembrare una cosa troppo limitante, vi assicuro che si sta molto bene, soprattutto perché la sabbia è super fine! In particolare noi eravamo nella Laguna Dominicus, per chi vuole prendere appunti. Unico neo, almeno nel resort in cui eravamo noi, l’acqua è subito alta, quindi non adatta ai bambini. In questo caso però, se avete preso la notte in qualche resort, potrete senza dubbio usufruire anche delle piscine per i più piccoli che di solito non superano il metro di profondità e quindi sono molto sicure.

Cosa non mancare – che noi però abbiamo mancato: l’Isola di Saona.
L’Isola di Saona è una bellezza rara, almeno così mi hanno riferito e andare a Bayahibe senza fare un’escursione qui è da veri pazzi (come noi!). Noi purtroppo non abbiamo avuto tempo a sufficienza per fare questa escursione. Anche se non ci sono stata, mi sento di consigliarvela perché tutte le persone che ho incontrato mi hanno detto che vale davvero la pena.

Boca Chica, spiaggia artificiale di pura vida!

La spiaggia di Boca Chica è una delle più famose in Repubblica Dominicana. Qui ci sono diversi fattori da considerare, il primo fra tutti che interesserà i puristi del mare è che la spiaggia è artificiale. Se questo vi crea problemi, passate oltre (la spiaggia di Juan Dolio fa sicuramente più aò caso vostro), se questo invece non è un particolare problema, allora benvenuti in paradiso. Quello che vi consiglio di fare è di fermarvi prima al Bocana Beach e poi, date che è un ristorante sulla spiaggia (con i piedi sulla sabbia proprio) di fermarvi lì per il mare.

Il bello del Bocana Beach è che è uno di quei posti paradisiaci che uno si immagina quando pensa ai Caraibi. Fatevi servire la Corona come fanno loro, con la bottiglia a testa in giù, sarà subito Caraibi e subito vacanza, da veri dominicani. I prezzi in questo caso sono abbastanza alti, diciamo in linea con la media europea, rispetto ai prezzi molto più bassi di altri locali nei paraggi, ma secondo me ne vale davvero la pena. Il pesce, parlando di piatti che troverete sul menù, merita particolarmente. Ah, le mamme devono sapere che qui troveranno in bagno un fasciatoio per cambiare i bambini!

La spiaggia di Boca Chica, al contrario di Bayahibe, è molto bassa, perfetta per i bambini. Qui si può sguazzare per ore in totale tranquillità. Vi ripeto, vi sembrerà di essere in paradiso. Unica nota: attenti al sole, che qui scotta tantissimo, e mettete più volte la protezione solare alta (noi avevamo la 50+ e comunque siamo tornati abbronzati). Non fate quelli che non se la mettono e poi prendono un’insolazione, il sole qui è davvero pericoloso!

Juan Dolio, selvaggia e unica come i dominicani

Per il nostro ultimo giorno di mare, i nostri parenti ci hanno portato in una spiaggia veramente dominicana, la spiaggia di Juan Dolio. Si capisce subito che questa spiaggia non ha niente di turistico, è frequentata infatti solo da persone del posto, famiglie e ragazzi che vogliono rilassarsi e divertirsi. Noi ci siamo andati di sabato ed era piena zeppa di bambini e gente che voleva stare tranquilla. La sabbia qui è più granulosa rispetto alle altre due spiagge, il mare però è davvero bello. Qui l’acqua è ugualmente alta, già dall’inizio, ma i bambini hanno a disposizione molta spiaggia per giocare, quindi se avete dei figli andate tranquilli.

Juan Dolio rimane come spiaggia a metà strada tra Santo Domingo e La Romana. Per arrivare dovete prendere necessariamente la macchina, ma vi sfido muovermi in Repubblica Dominicana senza un mezzo proprio.

Ora, noi non abbiamo visto tantissime spiagge, lo ammetto, anche perché come vi ho raccontato nel post precedente sulla Repubblica Dominicana abbiamo fatto anche tante altre cose. Se andate solo per godervi il mare, potrete sicuramente sbizzarrirvi e trovate tantissime altre spiagge degne di nota, così che possiate anche tornare qui a commentare il mio post e a darmi qualche consiglio. Non si sa mai che, una volta deciso il prossimo volo per Santo Domingo, io non decida di utilizzare qualcuno dei vostri consigli per godermi a pieno altre bellissime località e spiagge della Repubblica Dominicana.
Su forza allora, avanti con i consigli!