Top
  >    >  Gennaio

La prima valigia di Giulio l'ho preparata a 18 giorni di vita, destinazione Bagno di Romagna e terme! La seconda, quella vera, l'ho preparata per i suoi 4 mesi, destinazione più lontana: Azzorre. Da lì non ci siamo più fermati, abbiamo preparato valige su valige. Non è sempre semplice capire di cosa i bambini hanno bisogno, ma con il tempo si acquisisce una certa dimestichezza.

Una delle cose che più mi è piaciuta fare lo scorso Natale, è stata quella di acquistare finalmente dei pigiami di famiglia. Erano anni che volevo farlo, ma un po' per pigrizia, un po' perché i siti che trovavo non mi convincevano (per non parlare dei modelli), ho sempre desistito, fino allo scorso anno in cui ho azzardato e sono rimasta piacevolmente soddisfatta. 

Sono passati due mesi dal ritorno dal Canada e finalmente è arrivato anche il nostro fotolibro Cheerz. Per Giulio è ormai una costante. Tornati da un viaggio iniziamo a selezionare le foto più belle e nel giro di qualche settimana facciamo l'ordine. Quest'anno è arrivato proprio in concomitanza con il Natale: veramente un bel regalo. 

Lo scorso anno ho iniziato la mia vita lavorativa a metà febbraio circa. Complici il viaggio in California, le malattie e il jet lag che al ritorno ha pesato come un macigno, ho iniziato a ingranare solo verso il 15 febbraio e mi è parso un'eternità. Quest'anno ho deciso di iniziare subito in pompa magna e infatti è il 2 gennaio e sono già al lavoro