Top
  >    >  Giugno

  l post di oggi prende spunto da quello che ho fatto qualche settimana fa a Udine. Se qualcuno di voi era presente e oltre a vedere le slide mi ha sentita parlare sa a cosa mi riferisco, se invece non eravate lì con me, con noi, ve lo ripeto qui, perché mi fa piacere. Travel Blogger per me e Travel Blogger oggi, a mio avviso, è un lavoro. Un lavoro di quelli per cui vieni pagata, non un lavoro solo di impegno, altrimenti che lavoro è? E`solo una passione ingombrante, non credete? Il mio lavoro è diventato tale non so nemmneo io quando, fatto sta che la strada è stata lunga, iniziata nel lontano 2008 e non ancora terminata, per fortuna.

Il mio viaggio in Grecia, il secondo, mi ha dato la possibilità di assaggiare un sacco di piatti del luogo, che sicuramente conoscerete di nome anche voi, ma che assaggiarli è davvero tutta un'altra cosa. Il mio viaggio in Grecia ha visto più che altro le Isole Cicladi e nello specifico Santorini, Mykonos e Paros. Che cosa mi sono mangiata in questi 3 giorni? Di tutto di più, ecco i piatti principali, tipici e locali che ho assaggiato e che vi consiglio :)

Nonostante io sia tornata a Rimini diverse volte da quando abito a Roma, non sono mai riuscita a farmi un pochino di mare. Ogni volta che torno c'è un'amica rivedere, un giro da fare, una cena o i nipoti da passare a trovare. Non fraintendiamoci, sono ben contenta di fare queste cose, ma...non trovo mai un minuto libero per godermi un po' il mare e nessuno sa quanto mi manchi il mare a Roma.

Anche quest'anno, dopo lo scorso anno, sono stata invitata a Cesenatico per un remake di Cesenatico Bellavita, ma questa volta improntato sul wellness e sul benessere, il WellnessTour appunto. Devo dire che dopo aver conosciuto Technogym a Milano, l'idea di visitare la Wellness Valley mi ispirava non poco, anzi parecchio. Una realtà così bella e viva nella mia Terra che non avevo mai visto da vicino ma solo conosciuto per sentito dire, non potevo proprio perdermela.

Tra venerdì e sabato scorso sono stata a Udine. Spettacolo. Non ero mai stata a Udine, ne in Friuli Venenzia Giulia, non ero mai stata da quelle parti là e sono stata benissimo. L'occasione della mia visita a Udine era partecipare al primo Make You Up, in realtà ho fatto tanto altro. Il Make You Up è stato l'evento che ha coinvolto 14 giovani che hanno parlato di come sono riusciti a far diventare la propria passione una professione. Tante le persone conosciute in questi due giorni di full immersion e dico davvero dato che avrò preso il telefono per fare foto o tweet pochissime volte. Chi mi segue su Twitter se ne sarà accorto, non twittavo così poco dal 2009 :D

Il paradiso esiste. Ho passato due giorni a casa e ho visto di che cosa è capace la Riviera Romagnola oltre le discoteche, il mare e l'estate. Oltre i mojito in spiaggia, il sole e il divertimento Rimini è anche shopping, e che shopping. Innanzitutto vi devo dire che esistono diversi outlet nei dintorni di Rimini e io non li ho visti tutti. Quindi sappiate che ce ne sono altri e di bellissimi anche. La mattina di lunedì, dopo aver passato 5 giorni sballonzolata per l'Italia e altrettanti 3 sballonzolata per la Grecia, ho deciso di darmi una calmata e di fare un po' di shopping. Mia mamma erano 3 mesi che aspettava questo momento, impaziente di fare qualche giro si era presa addirittura una settimana di ferie XD

Non amo il mare, non mi piace fare il bagno nell'acqua. Amo invece prendere il sole in costume sul lettino. Non amo nemmeno la sabbia a dire il vero. Tutte quelle cose che si facevano da bambini, tipo cotoletta impanata con la sabbia io le odiavo. Invece ho scoperto che mi piace fare Island Hopping :D Come cos'è?! Island hopping is a term that refers to the means of crossing an ocean by a series of shorter journeys between islands, as opposed to a single journey directly across the ocean to the destination.

Santorini l'ho sempre vista nei film. Anche oggi, ogni angolo e ogni scorcio mi ricordavano qualche bel film visto al cinema o qualche bel film che avrei voluto vedere. Sì, perché Santorini è fotogenica. Lasciate stare il porto che appena arrivati vi lascia un po' interdetti, tanto da chiedervi se siete in Grecia o in Giordania. Lasciatelo stare, dicevamo. Santorini è lassù, arroccata, e curva dopo curva vedrete il mare ingrandirsi, le navi rimpicciolirsi e uno splendido panorama davanti a voi.

Paros mi ha decisamente colpita. Dopo la prima notte in Grecia a Mykonos, questa mattina, siamo partiti con il traghetto delle 9 e mezza e siamo arrivati a Paros dopo circa 50 minuti. Il costo del viaggio dipende dalla stagione, si aggira comunque sui 15€ in questo periodo. Paros mi ha preso subito. Rispetto a Mykonos è meno brulla, più verde, più viva, meno "isolata". Il mare ha, almeno una decina di sfumature di colore che aumentano in relazione al sole, giuro! Se il sole sta calando o sta salendo i colori aumentano e variano incredibilmente. Bisognerebbe filmarlo e vedere quante tonalità di colore escono fuori.

Sono sveglia da 34 ore. Perdonatemi quindi se sembrerò sconclusionata, farò qualche errore (come se non ne facessi mai) o sarà un po’ lunga, ma ho tanta voglia di raccontarvi questa giornata. Iniziata ormai ben 34 ore fa. Prima di buttarmi nel mio bel letto morbido con baldacchino e vista sul mare del Royal Myconian Hotel di Mykonos, voglio partire da ieri, anzi data l’ora direi ormai dall’altro ieri.