Il fatto che paradisi di questo tipo siano a 12 ore di fuso dall’Italia, forse dovrebbe farci capire qualcosa. Per arrivare dove sono ora ho impiegato, in totale, 26 ore. Sono partita alle 3.24 di sabato notte dalla stazione di Rimini con un intercity notte che non vi raccomando nemmeno per i 34€ del costo della corsa. Ovviamente fino alle 3.24 non ho dormito, ho guardato due film e sono andata a cena, ma dormire voleva poter dire non svegliarsi fino a mattina (e allora ciao Tahiti), o ancora peggio svegliarsi totalmente rintronati. Così ho preferito saltare direttamente, tanto sarei stata sballata dal fuso!

Alle 2.30 mi sono fatta accompagnare da Giuseppe in stazione, con i soliti mille dubbi delle partenze: ma sono sicura? Ma il passaporto c’è? Ma a che ora era il treno? Va obliterato il biglietto? Avrò preso il passaporto?

tahiti bagaglio essenziale

L’intercity è arrivato alle 7.12 di domenica mattina a Milano centrale. Ho prontamente preso lo shuttle per Malpensa delle 7.40 e sono arrivata in aeroporto alle 8.50, esattamente 3 ore prima del mio volo Easyjet. Il primo volo di tre per arrivare in Polinesia Francese.

Mentre guardavo i cambi, calcolavo i tempi di attesa e confrontavo i fusi orari in treno, pensavo: ne varrà la pena? La Polinesia Francese è una destinazione da viaggio di nozze e di sicuro se due si prendono la briga di farsi una viaggio così lungo, dopo aver sfacchinato per organizzare la cerimonia e la festa, forse qualcosa di bello c’è davvero.

Blogger Tahiti

A Parigi siamo state ferme circa 6 ore, un’eternità, anche se tra una chiacchiera e l’altra, il pranzo e i controlli, alla fine il tempo per il secondo volo è arrivato in fretta. Alle 19 siamo partiti alla volta di Los Angeles con Air Tahiti Nui. La compagnia aerea è davvero bella, bisogna ammetterlo, colorata e con alcuni particolari che rendono il viaggio confortevole. A bordo dell’aereo ci hanno accolto con tanto di fiore fresco da mettere nei capelli e le hostess erano vestite con colori sgargianti e vestiti floreali. Abbiamo mangiato bene, davvero bene, con due pasti e due spuntini di cui uno un gelato mars (!) nelle ore successive.

Blogger a Parigi
Durante il volo per Los Angeles ho visto due film, letto, scritto al Mac e dormito, avevo un sonno che non potete immagirvi. Mentre in Italia era notte infatti, in volo era sempre giorno e io che già venivo da una situazione parecchio stressante di viaggio, dove mi appoggiavo ronfavo 😀 Ma il volo non è terminato a Los Angeles. Siamo atterrati a Los Angeles in tarda serata, alle 21.30 ora locale, 6.30 di mattina ora italiana. Appena atterrata ho mandato un messaggio per la serie “sono sana e salva” 🙂 e poco prima di mezzanotte siamo ripartiti, con la stessa compagnia e lo stesso veicolo per l’ultimo volo, destinazione Tahiti finalmente questa volta!

air tahiti nui

Ho visto Tahiti alle prime luci del mattino, sono arrivata alle 5.35 in aeroporto. Mi sono fiondata a cercare una schedina telefonica (sì lo ammetto) e anche se qui hanno prezzi un po’ proibitivi.

Assieme alle mie compagne è iniziata l’avventura. La stanchezza è tanta, ma la voglia di esplorare anche questa parte di mondo non manca di certo! Iniziamo allora:
Ia Orana (buongiorno) Tahiti!