In Liguria sono stata solo una volta a Genova, quella volta in cui ho visitato l’Acquario e mi sono bevuta tanta Tequila da vedere il mattino dopo in Hotel Claudia Pandolfi. Lei c’era davvero. La seconda volta l’ho vista lo scorso weekend. Dopo i primi due (1 e mezzo) giorni in Piemonte, con il gruppo del vino, dei tartufi e delle nocciole, ci siamo diretti a Savona.

IMG_2428

A Savona siamo stati accolti al Priamar da una squadra de Il Chinotto, ebbene sì. Abbiamo visto cose fatte con il Chinotto che voi umani… Il Chinotto è uno dei simboli di Savona ormai da tanto tempo. Nel 1500 venne importato dalla Cina una pinta di Chinotto il cui frutto era considerato dai marinai una sorta di amuleto dalle proprietà benefiche e terapeutiche. A Savona la pianta trovò il suo equilibrio naturale e negli anni ’50 soprattutto divenne una bevanda cult (quale dei nostri genitori non se lo ricorda?).

Blogtour Girls

Oggi il Chinotto oltre alle bevande fa ben altro. Bevande, birra al chinotto, ma anche profumo al chinotto. Noi a Savona abbiamo visto grazie a uno show cooking come si preparano i dolcetti al cioccolato ripieni di chinotto, ma anche come si prepara una bevanda dissetante con il chinotto e il fernet branca. Dopo la visita al Priamar, lo show cooking e un saluto di passaggio di Roberta Milano siamo giunti a Noli.

A Noli abbiamo visto il primo dei sei Hotel che oggi formano i Fascinating Resort nella Riviera Ligure, abbiamo visitato e pranzato all’Hotel Il Vescovado. I Fascinating Resort sono sei Hotel di charme che hanno un obiettivo comune, accogliere l’ospite con un sorriso trasmettendo la passione sconfinata per la propria terra. E così hanno fatto con noi. Divisi nelle sei residenze per una sola notte, io sono capitata al Bio Resort Il Casale, probabilmente scelto per la presenza di una bellissima spa e piscina sui monti liguri che però, per mancanza di tempo, non sono riuscita a provare.

Hotel Vescovado

All’Hotel Il Vescovado abbiamo visto come si prepara il pesto (ho anche fatto un video per non dimenticarmelo :)) e poi abbiamo mangiato in una terrazza vista mare. Per chi se lo stesse chiedendo, sì, qui fanno anche ricevimenti per matrimoni. Gli altri Hotel visti nel rimanente tempo in Liguria sono stati l’Hotel Punta Est con la sua terrazza per innamorati. Qui la mattina svegliarsi e non essere felici per la vista è un’eresia. All’Hotel Punta Est si trova anche una bellissima sauna in una grotta che è stata un tempo rifugio per gli abitanti del paese in tempo di guerre.

Villa della Pergola

Alla Villa della Pergola mi sono innamorata, devo proprio dirlo. Qui la luce del sole arriva, grazie alla posizione della struttura, dall’alba al tramonto. Lo sguardo sul mare è sconfinato. La struttura era una volta un b&b con pochissime camere, oggi è una residenza di gran classe con pochissime camere, ancora oggi, e qualche appartamento. La bellezza di questo posto oltre al giardino in cui si trovano piante e fiori importanti e profumatissimi cedri, è la sua privacy. Qui non si arriva per caso, qui non si entra senza “invito” e di certo si ha l’esclusiva di un panorama mozzafiato all’alba, come al tramonto, in una delle camere più belle della Villa La Pergola. Una delle camere che ho visitato aveva il bagno così grande che a me sembrava una stanza da letto. In qualche modo questa resort mi ha ricordato i miei Caraibi e mi sono sentita straordinariamente felice.

Hotel Punta Est

Un altro di questi hotel che mi ha incantato è stato La Meridiana. Una premessa è doverosa, la signora di casa qui ha un debole e una passione per i social network (e anche un utilizzo) da far invidia a qualche SMS 🙂 Qui abbiamo cenato per la nostra ultima sera in Liguria: uno spettacolo. La struttura è ovviamente meravigliosa, ma che ve lo dico a fa’ se avete visto le foto? Quello che non sapete però è come si mangia. Il segreto di questo è la scelta delle materie prime con oltre 150 fornitori, tra cui il sale preso dalle saline di Trapani (solo per fare un esempio). I piatti sono tutti del territorio con piccole rivisitazioni locali ma le materie prime sono davvero fresche e questo potete verificarlo solo con l’assaggio. Ogni sera vengono serviti solo 15 piatti in tutto e i menù, anche per chi viene da fuori, sono piuttosto abbordabili: 2 piatti e un dessert a 65€, bevande escluse.

prodotti sommariva

Tra le cose visitate in Liguria anche l’Antico Frantoio Sommariva,  Finalborgo, uno dei Borghi più belli d’Italia e le piccole botteghe artigianali che si trovano passeggiando per questi vicoletti. Nel complesso la Liguria mi è piaciuta molto. Sia per come si mangia, il pesto è sempre il pesto, sia per il modo accogliente e sorridente delle persone, sia perché, diciamolo, il mare e le incantevoli terrazze che affacciano sul blu danno sempre una sensazione di pace e benessere. La prossima volta voglio tornare con più sole!

Prima foto di Ilaria.