Non ero mai stata alle Isole Eolie devo dire la verità. In Sicilia sì, a Marsala, a Trapani, a Palermo, Erice e Catania, ma non alle Eolie. Così quando mi è stata proposta questa settimana non ho saputo dire di no! Non sono riuscita a vedere tutte e 7 le Isole Eolie a causa di impegni precedentemente presi, ma sono riuscita a vedermene alcune e ho capito che qui vale proprio a pena tornare!

Grazie a Imperatore Travel sono riuscita a vedere alcune delle isole più belle delle Eolie facendo escursioni in barca, a piedi, con il classico apetto, perché nelle vie così strette ci passa solo quello e soprattutto a innamorarmi di queste fantastiche località. Quali sono le escursioni che ho fatto, quali vi consiglio e quali invece mi sono persa? Ma che intendo fare quanto prima!

IMG_0201

Innanzitutto le Isole che ho visto sono state Vulcano, nella quale ho soggiornato in uno splendido Resort 5 stelle, il Therasia Resort, Stromboli, Lipari e Panarea, direi che quattro sono meglio di nessuna e poi, come detto, spero vivamente di tornare presto in questi fantastici posti.

Una precisazione va fatta. Qui la stagione inizia ad aprile e termina i primi di ottobre, in inverno non ha senso andare alle Eolie, per carità si può fare tutto, ma vi perdereste la metà delle escursioni e poi i posti di mare vanno visti con il bel tempo, sono proprio un’altra cosa. Le soluzioni per raggiungere le Eolie? Da Milazzo con l’aliscafo ci si impiega un’oretta per arrivare a Lipari, la più popolata delle isole, ma anche da Palermo è possibile prendere l’aliscafo, infine se proprio avete dei soldi da spendere potete arrivare in elicottero, con circa 1500€ dovreste riuscire ad arrivare direttamente sul vostro hotel.

IMG_0070

Trekking a Vulcano – Tra le escursioni che più mi sono piaciute ricordo con emozione, entusiasmo e anche nostalgia il trekking a Vulcano, sì il vulcano, non l’isola. Salire fino in cima a questo vulcano non è difficile. Certo la pendenza c’è anche il terreno è piuttosto difficile, si rischia di scivolare di continuo ecco perché vi consiglio di portare delle scarpe da trekking (ma potete anche noleggiarle lì se prendete una guida). Arrivare fino in cima, come dicevo non è difficile, basta non andare ad orari improbabili tipo alle 13 o alle 20, con il buio non si vede nulla, non ci sono i lampioni.

La camminata dura circa 2 ore mezzo per arrivare al cratere vero e proprio. Una volta arrivati in cima vedrete uno spettacolo incredibile, garantito! Oltre ad arrivare su potete anche percorrere tutto il perimetro del cratere, passando attraverso ai fumi (portate un fazzoletto e copritevi gli occhi a causa dello zolfo e di altri gas) e arrivare nel punto più alto del vulcano. Scendendo, se avrete fatto bene i calcoli degli orari, sarete illuminati dalla luce del tramonto. Non c’è niente di meglio per riconciliarsi con il mondo e soprattutto con se stessi *-*

IMG_9941

Eruzione a Stromboli – Un’altra escursione che mi è piaciuta davvero tanto è stata quella a Ginostra, dove si trova il porto più piccolo del mondo e a Stromboli. Qui purtroppo non siamo riusciti a fare l’escursioni in trekking fino al vulcano perché molto più impegnativa come “gita” rispetto a Vulcano. Abbiamo però visto il vulcano di Stromboli, ancora attivo, eruttare mentre ce ne stavamo comodamente seduti in nave.

Verso l’ora del tramonto infatti parte da Stromboli una nave che dopo un piccolo giro esplorativo ormeggia sotto il vulcano di Stromboli, in posizione più che perfetta per godersi lo spettacolo che la natura offre. Il Vulcano che fino all’ultima eruzione avvenuta nel 2007 eruttava in modo sistematico e con intervalli orari precisissimi, ha perso questa sua caratteristica e ha iniziato a eruttare in modo un po’ meno preciso. Nonostante tutto, nella nostra barca sotto il vulcano abbiamo aspettato una trentina di minuti ma abbiamo visto ben 5 eruzioni, l’ultima delle quali davvero incredibile!

Dal basso vedevamo la serie di flash delle macchine fotografiche di quei fortunati, ma anche coraggiosi, che erano arrivati fino in cima. Ecco, l’escursione fino al vulcano di Stromboli è una di quelle che la prossima volta non voglio proprio perdermi!

IMG_0193

Fanghi a Vulcano – Oltre alle attività più impegnative, alle Eolie non ci siamo fatti mancare una bella mattinata di relax. Proprio sull’Isola di Vulcano infatti si trovano le Terme di Fanghi grazie allo zolfo che qui sembra essere presente in grandissima abbondanza.

C’è da dire che se avete problemi con gli odori o siete particolarmente sensibili a questi ultimi, questo non è il posto che fa per voi, ma se non vi infastidisce più di tanto allora vale la pensa provare. Un paio di cose ve le devo dire. Innanzitutto l’ingresso è a pagamento, 2.50€ ma i benefici del fango sono evidenti sulla pelle già al primo trattamento, ancora più se avete reumatismi o problemi alle vie respiratorie, esistono comunque anche “abbonamenti” mensili. L’altra cosa è che dovete assolutamente venire con un costume a cui non siete affezionati. Qui infatti l’odore ma anche il fango si impregnano tantissimo e vi lasciano l’odore di zolfo per giorni -.-  il costume invece rimane un po’ “macchiato”. All’ingresso trovate comunque diverse bancarelle che vendono costumi nuovi, non usati, a soli 3€ 🙂

Ah, i fanghi una volta entrati in acqua sono davvero caldi e la sensazione è goduriosissima, soprattutto una volta che finiti i fanghi andate a rilassarvi in mare dove si trovano altre sorgenti di gas che riscaldano l’acqua del mare. Vi sembrerà di essere ai Caraibi, forse meglio 😀

IMG_0200

Snorkeling e uscite in mare – Per la sezione escursioni in mare ci vorrebbe una sezione a parte. Isole Eolie vuol dire anche mare, mare e solo mare, anzi anche un po’ di snorkeling!

Tra i posti sicuramente da vedere per fare un tuffo e un po’ di snorkeling dobbiamo arrivare alla Piscina di Venere, bellissima da vedere sia dalla barca che dall’acqua. I posti dove ho fatto snorkeling, poco a dire il vero perché non sono una grande appassionata, ma sono sicura che chi ama il mare si divertirebbe un mondo sono, oltre alla Piscina di Venere anche la Grotta del Cavallo, che prende questo nome da una roccia che si vede entrando piano piano.

IMG_9968

I posti dove immergersi e nuotare sono tantissimi alle Eolie, i consigli però sono due. Innanzitutto attenti che non ci siano troppe meduse quando si entra in acqua. Non sono molto simpatiche e nuotare lontano da questi animaletti sarà di sicuro meglio. Seconda cosa, non avventuratevi da soli, soprattutto non noleggiate navi da soli ma affidatevi sempre a qualcuno che vi possa portare perché le Isole Eolie sono 7 sì, ma se ne sono altre 5 isole sommerse.

Nei periodi di bassa marea in alcuni punti specifici delle Isole si intravedono rocce che emergono dall’acqua anche non proprio vicine alle altre isole. Per questo vi consiglio di stare molto attenti quando uscite in mare per fare snorkeling e soprattutto di affidarvi a qualcuno del luogo 🙂

Ecco il video del nostro BlogTour alle Eolie 🙂