Non sono praticissima dei Family Hotel, Giulio ha un anno e mezzo e ne abbiamo frequentati davvero pochi ancora. Non so quindi cosa non deve mancare, cosa vorrei ci fosse, qual è il servizio in più che sicuramente consiglierei alle mie amiche con figli. Sta di fatto che all’Hotel Nautilus di Pesaro ci siamo trovati davvero bene e non credo che questo sia esclusivamente un hotel per famiglie, anzi.

L’Hotel Nautilus si trova a Pesaro, proprio sul lungomare. A chi conosce bene Pesaro posso dire che si trova dalla parte opposta del molo, mentre a chi non la conosce dico solo che la zona è molto tranquilla, l’Hotel esattamente sulla spiaggia e per chi arriva in auto c’è anche la possibilità di parcheggiare interamente alla struttura.

Noi siamo arrivati in auto, accolti dal staff del Nautilus che davvero ci ha fatto sentire subito a nostro agio, senza le classiche occhiate di chi arriva in un posto nuovo e ha un bimbo che inizia ad essere stanco per l’auto, la fame, la voglia di correre via, ovunque purché via. Check in rapido e veloce, sistemazione in stanza con vista su una splendida spiaggia e poi subito a giocare.

Bagno al mare o tuffo in piscina?

Non c’è bisogno di scegliere, l’Hotel Nautilus li ha entrambi. La piscina è grande, si trova tra la spiaggia e il giardino dell’Hotel. Una parte è dedicata esclusivamente ai piccoli, con una parte più bassa e l’altra ai grandi. Lettini e ombrelloni e la presenza di un bagnino, rendono il relax ancorati piacevole e sicuro.
Io e Giulio siamo stati in piscina per un paio di ore, con tanto di tuffo in acqua, abbiamo però preferito i giochi e la sabbia del bagno antistante l’hotel, convenzionato proprio con il Nautilus.

Se c’è una cosa di cui non si deve proprio aver paura durante una vacanza al Nautilus, è del non fare mare. Impossibile non dedicare almeno una giornata alla tintarella alloggiando in questo hotel, la spiaggia si trova a 10 passi, a dire molto, dalla hall e dall’ingresso del Nautilus. Noi siamo stati solo due notti, quindi ci siamo goduti effettivamente poco la vita da spiaggia, anche perché volevamo vedere bene Pesaro che è una città che non conosciamo per niente, ma chi prenota per un’intera settimana, o anche più, può star certo di tornare a casa abbronzatissimo e anche parecchio rilassato.

Camere comode, Hotel di legno

L’Hotel Nautilus ha un primato: è l’hotel di legno più alto d’Europa. A mio avviso è una notizia interessante certo, ma che non cambia effettivamente la mia vacanza. L’Hotel Nautilus per me è stato perfetto per i suoi servizi, ma anche per le sue camere, grandi e spaziose, incredibilmente accoglienti (in un letto così ci dormirei tutte le notti), per il risveglio vista mare e per il profumo delle camere che ogni volta mi lasciava sbalordita, tanto che sto meditando di mandare una mail per sapere che deodorante per ambienti o prodotto usano perché ancora lo sogno la notte.

Non sto ad elencarvi tutti i servizi che potete trovare al Nautilus, uno perché il sito ufficiale è molto più esaustivo di me, ma soprattutto perché preferisco raccontarvi come mi sono sentita e come ho passato i quasi tre giorni in Hotel. Devo essere sincera, non mi capita spesso di stare così bene in un posto, in un albergo o in un letto che non è quello di casa mia, ma per l’Hotel Nautilus e l’Hotel Excelsior (stessa proprietà e distanti circa 10 minuti a piedi l’uno dall’altro) mi è successo esattamente così, tanto che se penso ad un posto in cui vorrei dormire questa notte, è da scegliere tra questi due hotel, senza ombra di dubbio.

Pensione completa: piatti per grandi e piccoli

Nei tre giorni all’Hotel Nautilus, tutto volevamo tranne che stressarci. La pensione completa ci ha permesso, almeno per pochi giorni, di non pensare a dove avremmo mangiato, non pensare a guardare Tripadvisor o a prenotare tavoli con annesso seggiolone per Giulio. Amo provare locali nuovi, ma è anche vero che a volte ci si vuole rilassare, punto e basta. Ci si vuole sedere e si vuole essere serviti, si vuole assaggiare, gustare, senza l’ansia del dover lasciare il tavolo a qualcuno, ma senza l’ansia (soprattutto) del vedere il casino che fa Giulio con il cibo.

Eh sì, perché nonostante Giulio sia un bambino molto tranquillo, è comunque un bambino che ama mangiare, toccare, sperimentare con il cibo e con l’acqua e io sono una di quelle che glielo lascia fare (nei limiti della decenza ovviamente). Credo sia molto importante per i piccoli provare a stringere e maneggiare il cibo, sentirne la sostanza, spiaccicarselo sulla faccia o portarlo alla bocca con la forchetta (raramente accade, ma accede anche questo). Devo dire che all’Hotel Nautilus ho trovato la complicità dello staff che mi ha gentilmente rincuorata e fatto capire che i bambini sono bambini, anche in Hotel, e meno male!

Passando ai piatti. Non pensavo potesse essere così gustosa la pensione completa. Antipasti caldi e freddi a buffet per tutti (e io il primo pranzo che pensavo fosse “tutto lì”) e poi un bel foglietto per segnare il numero della camera, le persone al tavolo e le pietanze scelte tra due primi e due secondi ogni giorno, a scelta sempre tra carne e pesce. I dolci e la frutta a buffet anche questi. Devo dire che ho mangiato molto bene, il pesce era squisito e non parlo di robetta, ma di pesce nostrano non solo con poco sale adatto ai più piccoli, ma anche tanto pesce perduti, tanto che una sera c’erano le ostriche!

Tarta Club e noleggio biciclette

La bellezza di questo Hotel sul lungomare di Pesaro, è anche la sua animazione, sempre presente e comunque discreta, divisa per fasce orarie e per attività. Tra le cose che sono piaciute di più a Giulio, c’è assolutamente da segnalare il Tarta Club che in realtà accoglie i bambini 3 anni, ma stando io con lui, potevamo comunque partecipare alle attività, a modo nostro, ma soprattutto partecipare alla Tarta Dance della sera.

Inoltre, l’Hotel Nautilus mette a disposizione di tutti i clienti il noleggio biciclette, con tanto di seggiolini per bambini grandi e piccoli. La prima ora è gratuita, dalla seconda si paga una cifra davvero minima, a ore. Noi le abbiamo prese per andare a fare un giro nel centro di Pesaro e per concederci un aperitivo a fine giornata. C’è da dire che in un’ora, volendo, si può tranquillamente andare in centro e tornare con tanto di pausa gelato, ma il centro della città di Pesaro è talmente carino che vale almeno una passeggiata.