La Thailandia è un Paese che sto ancora cercando di scoprire, anche perché sono riuscita a vederlo in sole due occasioni e per pochi giorni. La Thailandia ha un grandissimo pregio, oltre ai tanti già detti in molti articoli, un viaggio a Bangkok per noi europei è abbastanza economico, tanto che ci permette di prenotare anche un Hotel 5 stelle alla cifra di quello che qui da noi pagheremmo un 4 stelle scarso: con servizi che comunque rimangono eccellenti. 

Dusit Thani di Bangkok si trova in posizione eccellente, di fianco alla stazione della metropolitana Silome davanti al Lumphini Park, il polmone verde della città. Il Dusit Thani è enorme, come tanti alberghi a Bangkok è vero, ma qui oltre ai piani, al personale e ai ristoranti, ci sono servizi eccellenti che vale la pena approfondire se siete alla ricerca di un’ottima sistemazione per il viaggio a Bangkok.

L’ingresso si trova su due livelli, quello a piano terra e quello appaio rialzato. La prima volta noi siamo entrati al piano rialzato, che è l’ingresso per così dire ufficiale, quello con il banco del check in e del check out, che definirlo banco è quasi un’offesa. L’ingresso è enorme, ampio, alto, bianco. Dalla hall si apre una specie di terrazza che affaccia su un piccolo bar di benvenuto, dove tra l’altro noi abbiamo mangiato la prima sera.

Poi i piani, 9 se non ricordo male e all’ultimo piano un grande ed enorme bar/ristorante con una splendida vista. Si accede all’ultimo piano solamente la sera e per sfortuna nostra una delle nostre tre sera il bar era chiuso per un evento privato. Siamo saliti solo una sera fino in cima, abbiamo dato un occhio ma purtroppo stando con Giulio non ci è stato possibile rilassarci liberamente, diciamo che non è proprio adatto ai bambini piccoli, quanto a una bella cena in coppia (o comunque senza bambini troppo piccoli che scappano da tutte le parti). Ci siamo accontentati, per modo di dire si intende, degli altri numerosi ristoranti presenti al Dusit Thani.

La prima sera, come già detto, abbiamo mangiato nel bar proprio sotto la hall. Avevamo ancora gli orari con il fuso orario italiano e i grandi, io e il mio compagno, avevamo già mangiato ordinando in camera, pensando che Giulio non si svegliasse più la sera se non al mattino seguente. Sbagliato! Intorno alle 23, Giulio si è svegliato con una fame pazzesca. Per chi ha i bambini e alle 23 è in cerca di qualcosa di buono, al Dusit Thani ci sono anche piatti italiani… e qui vi voglio!

Quando sono partita per la Thailandia, tutto credevo, tranne che dover ordinare piatti italiani a Bangkok. Giulio non ha nemmeno 2 anni e alla fine, alle zuppe piccanti, al pad thai e al mango sticky rice, ha preferito una bella pasta con pomodoro. Non è stato facile girare Bangkok con Giulio che ovviamente non conoscendo i piatti thailandesi faceva fatica a fidarsi di alcuni sapori completamente diversi dai nostri. La cosa positiva è che i piatti italiani al Dusit Thani ci sono, non solo italiani ma anche internazionali, così per chi avesse nostalgia di casa o voglia di un piatto di pasta o ancora fosse in viaggio con bambini piccoli, non ci sarebbe alcun tipo di problema.

Passiamo alle camere. Innanzitutto la nostra non era una camera, secondo me era una suite, perché era enorme!
Un ingresso con stanza armadio sulla destra che arrivava direttamente al bagno principale dal quale una grande porta dava sulla camera da letto. Continuando dall’ingresso un salottino con televisione e due poltrone, una scrivania e ancora avanti una grande camera da letto con letto king size e una lettino per Giulio (che però noi non abbiamo mai usato!). All’interno del suo lettino anche una serie di prodotti da bagno per neonati che abbiamo usato. Il grande bagno aveva sia una bella e grande doccia che una vasca da bagno. Il giorno stesso in cui siamo arrivati abbiamo tutti fatto il bagno, contemporaneamente, chi nella vasca, chi nella doccia!

In camera ci siamo sentiti decisamente a nostro agio. La camera veniva rifatta almeno due volte al giorno e anche se l’aria condizionata era troppo forte per i nostri standard (ma questo in generale a Bangkok), la prima volta che l’abbiamo abbassata o spenta, è rimasta così anche dopo le pulizie seguenti.

Al piano terra, dove si trova il secondo ingresso/uscita, si trovano una serie di negozi dove acquistare souvenir o oggetti dimenticati a casa come dentifricio, sciarpe o abbigliamento di prima necessità. Inoltre un banco dolci, per chi come noi vittima del jet lag si svegliava sempre dopo l’orario massimo di colazione. Qui si potevano acquistare dolci tailandesi o più prettamente europei, caffè succhi di frutta. In alternativa la colazione a buffet (che siamo riusciti a fare una sola mattina) è davvero abbondante e vale la pena mettere la sveglia per poi tornare a letto (come abbiamo fatto realmente noi un giorno!).

Inoltre, un ristorante a buffet al piano terra dove si può mangiare di tutto: di t-u-t-t-o! Dal sushi alla carne, fatta sul momento, dal pesce alle ostriche, dalla pasta anche quella fatta al momento con diversi tipo di salse, ai piatti thailandesi comprese le nostre amate zuppe piccanti. Poi gelati, torte, dolci al cucchiaio, frutta e chi più ne ha più ne metta. Ah, anche tantissimi tipi di pane, dai cracker al pane più soffice, con salse, burro e tantissimi altri tipi di condimento. Una vera goduria per i viaggiatori che la sera vogliono rilassarsi in hotel senza andare a caccia di cibo o che preferiscono cenare in albergo per poi uscire con calma.

Nel complesso il soggiorno è stato davvero bello, ci siamo sentiti coccolati e tranquilli. Abbiamo avuto la possibilità di sperimentare il servizio in camera e anche se non l’abbiamo provato, al Dusit Thani si svolgono anche show cooking per piccoli o grandi gruppi, se fate un viaggio in famiglia, vi consiglio di informarvi, io tornassi indietro lo farei volentieri, se non altro per portarmi a casa un po’ di trucchi made in Thai.