Ogni scusa ormai è buona per parlare di Giappone, tra un po’ mi chiederete di fare basta lo so! Questo però è un post importante, perché mi permette di spiegarvi, finalmente, e una volta per tutte, come potete andare in Giappone senza problemi.

Organizzazione prima del viaggio

Il Giappone è un viaggio che più di altri necessita di alcuni accorgimenti da casa. Prima di partire infatti dovete avere un itinerario di massima, non solo per comodità vostra, ma anche per risparmiare effettivamente qualcosa e per essere più efficienti in viaggio (i giapponesi sono mitici anche per questo!). Come prima cosa vi consiglio di pensare almeno alla prima notte in Giappone, perché senza l’indirizzo della vostra prima notte, voi in questo paese non ci entrate. Non vi fanno proprio mettere piede nel paese se non dichiarate che dormirete da qualche parte. Che sia un hotel o l’indirizzo di casa di un amico non importa, siate preparati. Questa non è una grande novità, in effetti tanti altri paesi lo richiedono, se però è il primo vostro viaggio “serio”, o il primo viaggio in Giappone, è sempre meglio saperle certe cose.

giappone-japan-rail-pass

Japan Rail Pass

Non finirò mai di ringraziare il Japan Rail Pass! Un vero e proprio pass che permette di prendere quasi tutti i treni della compagnia Japan Rail, usatissima in tutto il Giappone, compresi molti dei tenni veloci, il famoso Shinkansen, molti autobus e anche un traghetto, quello che porta all’isola di Miyajima.
L’unica nota dolente del Japan Rail Pass è il suo costo innanzitutto (circa 200€ per 7 giorni di viaggio), e il fatto che va prenotato prima di mettere piede in Giappone, entro tre mesi dal vostro viaggio in questo paese.

giappone-treni

Una volta giunti in Giappone potrete attivare il Japan Rail Pass quando vorrete andando presso un ufficio della Japan Rail con il vostro passaporto. Il tutto è molto più facile a farsi che a dirsi, ma è bene sapere almeno che va fatto prima del viaggio. L’utilità è incredibile e io ve lo consiglio vivamente, i treni là non sono come i nostri, sono moderni, pulitissimi e molto comodi.

giappone-treni-interno

Altro grande consiglio. Una cosa difficile da trovare sono gli orari dei treni giapponesi, ecco il sito che vi salverà la vita: www.hyperdia.com

giappone-sim

Sim card

Una delle domande che nelle ultime settimane mi è stata rivolta più spesso sul Giappone è “ma come facevi a orientarti? ma non parlano tutti giapponese?“. Anche se in Giappone ho trovato pochissime persone parlare inglese, un inglese comprensibile dico, tantissime ci provano e cercano di essere utili in ogni modo. Questo però non basta se vi siete persi e non sapete dove siete. Anche se in qualsiasi città del Giappone la maggior parte delle cartine e insegne viene indicata anche con un nome inglese, questo accorgimento può ancora non essere sufficiente e farvi orientare. Una cosa che ho trovato davvero utile e che vi consiglio caldamente, è di comprare una sim giapponese, solo dati (quindi senza sms ne telefono) da inserire nel vostro smartphone al posto della vostra normale schedina.

giappone-street

Io ho ordinato la mia sim su BMobile che ho notato essere molto diffusa per gli stranieri che arrivano in Giappone. La schedina, anche questa, va ordinata prima di partire per il Giappone, almeno qualche giorno prima. La consegna verrà effettuata direttamente al vostro hotel – quindi vi chiederanno di inserire indirizzo e telefono dell’alloggio – oppure potete ritiratala direttamente all’aeroporto di arrivo. Adoro l’efficenza giapponese, l’ho già detto?! La schedina è molto facile da attivare e nel sito e nella confezione che vi verrà recapitata troverete tutte le indicazioni. Costo, 27€ per 14 giorni di connessione, almeno quella che ho fatto io.

giappone-strade

Ora mi chiederete, sì ma a cosa mi serve la schedina? Ovviamente a orientarvi. Io ho trovato questa facile soluzione. Grazie alla schedina BMobile potevo orientarmi sempre e sapere dove mi trovavo, usare le mappe di google per andare da una parte all’altra della città, inserire sulla mappa il ristorante in cui volevo arrivare e attivare l’itinerario, ma non solo.

Un piccolo trucco. Se vi capiterà di trovare un locale che volete provare o di cui avete letto, per facilitare la ricerca andate direttamente sulla pagina di tripadvisor del ristorante/hotel/luogo e prendete l’indirizzo nella lingua locale, a questo punto mettetelo nella mappa di google e solo così l’itinerario si attiverà.

giappone-9hours

Hotel, riokan e capsule hotel

Prima di partire per il Giappone avevo un sogno (va bè dai, più di uno), dormire in un capsula hotel! Non ci sono riuscita purtroppo perché viaggiando tra Natale e Capodanno le strutture erano pienissime e i capsule hotel, dato il loro bassissimo costo erano tutti occupati. Comunque ho potuto provare l’ebrezza, se così vogliamo chiamarla di dormire in un futon e anche in un hotel piccolissimo giapponese 😀
Erano forse meglio le capsule hotel!

giappone-9-hours

Capsule Hotel

Le capsule hotel sono alloggi piccolissimi, stile loculi (sì, proprio quelli), dove si può dormire a basso costo, anche 10/15€ a notte. Il lato positivo è che tutte le strutture che ho visto erano sia organizzatissime, sia pulitissime. Le capsule, divise per piani, sono anche divise uomo/donna, quindi è impossibile dormire insieme se state viaggiando con il vostro compagno/marito/fidanzato. Ogni capsula è dotata di tutto il necessario, dalla tv all’aria calda o condizionata. Speriamo nel prossimo viaggio di poterci dormire, nell’attesa se qualcuno di voi volesse mandarmi una foto, io l’aspetto!

giappone-futon

Ryokan

I Ryokan sono degli hotel tradizionali giapponese, che meritano più di una notte. Io ho alloggiato in un ryokan per tre notti a Kyoto ed è stato interessante. Si dorme nei futon, che vengono “ripiegati” dopo la notte e aparti prima di andare a dormire. I letti sono abbastanza comodi, ma anche in questo caso se siete in due non avrete il materasso uniti, perché ognuno ha un proprio materassino da sistemare e richiudere. Si può dormire vicini sì, ma non insieme. Secondo me vale la pena provarlo, se non altro per fare qualcosa di tipico.

giappone-hotel

Hotel piccolissimi

I due hotel in cui ho dormito in Giappone, a Tokyo e a Nagano, erano non piccoli, di più! Se state pensando ad un viaggio romantico o di nozze in Giappone, assicuratevi sulla grandezza della camera o finirete per litigare la prima notte. Scherzi a parte, in Giappone è risaputo che le camere sono minuscole, ma non credevo così tanto. Vi consiglio, se volete stare più larghi di vedere gli appartamenti e di fare attenzione alla metratura della camera, di solito c’è scritto. Inoltre, importantissimo, quando prenotate le camere in hotel fate attenzione a non prendere una camera per fumatori. Purtroppo in Giappone c’è ancora la brutta abitudine di fumare in camera, perché è consentito, e l’odore in certi casi è davvero forte e nauseante. A me è capitato di dormire in una camera per fumatori per tre notti e non è stato bellissimo.

giappone-ryokan

Siti utili

Se volete iniziare a vedere qualche Capsula Hotel io vi consiglio Capsule Inn e Nine Hours (quello dove volevo dormire io!).

Se volete provare un Ryokan, vi consiglio di dare un occhio al sito Japanes Guest House e al sito dell’Ente del Turismo del Giappone che io ho trovato particolarmente utile, non solo per gli alloggi. Infine per gli hotel vi consiglio il classico Booking e come mi è stato suggerito anche Agoda.

Un consiglio sulla ricerca degli hotel. Se volete fare da voi e cercare in autonomia gli hotel, sappiate che i giapponesi sono un po’ indietro con la prenotazione online 🙂
Ora vi spiego. Innanzitutto i siti internet che troverete saranno molto più che datati, spesso le informazioni e i testi sono solo in giapponese e non inglese e per richiedere una prenotazione dovrete mandare loro una mail (in inglese) o compilare i campi da loro indicati. Niente di troppo immediato quindi, anche se vi posso assicurare che poi rispondono tutti e anche in tempi molto rapidi.

federica-akihabara

Dondake: tour operator come amico

Se dopo tutto quello che vi ho scritto state pensando “va bè, ma non è un viaggio, è una fatica!” allora dovete proprio continuare a leggere. Non tutti hanno voglia di organizzare e ordinare tre mesi prima cose e ricordarsi di fare quello e quell’altro prima di un viaggio. C’è anche chi il viaggio se lo vuole godere e vuole sapere che c’è qualcuno che lavora per preparare tutto e fare in modo che sia tutto in ordine, senza imprevisti insomma.

giappone-dondake-aeroporto

In questo caso, se siete della seconda specie, se il Giappone vi spaventa ancora un po’, nonostante le mie rassicurazioni e i miei consigli, vi indico qualcuno in grado di aiutarvi. Non vi sto parlando di un tour operator normale, ma di Dondake che è esperto e specializzato in soli viaggi verso il Giappone.

Dopo essermi confrontata con loro e aver visto come lavorano, posso dirvi che vale la pena mettervi in contatto con loro, anche nel caso abbiate un’idea alternativa al solito tour. I ragazzi di Dondake infatti sono aperti e disponibili ad aiutarvi a organizzare un viaggio su misura, magari meno classico se è la terza volta che andate in Giappone, o più specifico se ci sono cose che volete vedere assolutamente durante il vostro primo viaggio.

giappone-dondake

I viaggi di Dondake partono tutti dall’Italia e hanno sempre un accompagnatore italiano che segue tutto il tour, hanno inoltre un costo non elevato. Se state pensando ad un viaggio in primavera, magari durante la fioritura dei ciliegi (*-*), guardate il sito di www.dondake.it, i due tour primaverili per il Giappone, indicativamente da marzo a maggio, hanno un costo di 1950€ a persona. La quota però comprende il volo, le notti in Giappone, l’assicurazione di viaggio e il Japan Rail Pass – di cui vi parlavo sopra. Cosa ne dite? Come presso non è ottimo?

Per qualsiasi curiosità, richiesta o indicazione vi chiedo di lasciare un commento qui sotto, io e i ragazzi di Dondake vi risponderemo quanto prima.