Chi mi ha seguito nel mio ultimo viaggio, in Grecia, sa che sono stata a Costa Navarino Dunes, facile, ogni hashtag per 3 giorni è stato targato #costanavarino, ogni foto su Facebook aveva immagini di mare, sole, pesce e piatti tipici della Grecia 🙂 Per chi non mi ha seguito, ecco il perché di questo post, ecco un sunto di 3 giorni davvero di incanto.

Arrivata ad Atene con un volo Aegean da Roma, non avevo mai preso questa compagnia e devo dire che è piuttosto valida, dal cibo ai vestitini colorati delle hostess, ho fatto un cambio al volo per Kalamata conoscendo così i miei compagni di viaggio. Silvia, Marta e Carlo infatti partivano da Milano e cambiavano ad Atene proprio come me. Il tempo al nostro arrivo al Resort Costa Navarino era piuttosto brutto, anzi diluviava proprio 🙁 ma questo non ha affatto rovinato il nostro umore.

La prima sera al ristorante Da Luigi abbiamo fatto una degustazione di vini, bianchi e rossi, provenienti dalle vigne di Costa Navarino e poi per accoglierci degnamente una cena italiana con pizza, pasta e dolci e a non finire. Mitico il soufflé al cioccolato. Quando sono andata a dormire ho potuto ispezionare finalmente la mia camera. Che tanto camera non era, quanto un vero e proprio appartamento, una suite 😀

Il mio piccolo giaciglio aveva un salotto con terrazzo e vista sull’interno del resort, piscine e mare in fondo e una bellissima camera da letto con sala bagno…in camera 😀 quindi vasca di fianco al letto, lavandini e doccia. Non ve la posso descrivere a dire il vero perché non trovo le parole, ma le foto potranno farlo sicuramente meglio di me.

Il venerdì io e i miei compagni di press trip ci siamo lanciati nella visita del Resort. Abbiamo ispezionato tutta la struttura, dalle camere deluxe, le camere basiche, fino alle ville con piscina privata e vista diretta sul mare. Delle piccole case (che di piccolo avevano davvero poco) con tanto di cucina, studio e letto a baldacchino con vasca da bagno davanti vista mare e acqua che scendeva a cascata dall’alto. Un vero sogno, non immagino il tramonto da lì la sera.

Oltre alle camere e alla struttura abbiamo visto anche i servizi del Costa Navarino come il noleggio bici e il bellissimo centro aperto per i bambini ma dedicato anche agli adulti per imparare qualcosa sulla flora e la fauna di Messinia, chiamata anche la Toscana della Grecia.

Il centro è davvero interessante, molto interattivo, descrittivo e attento a spiegare come l’ecosistema di quella particolare zona va preservato e come al Resort si adoperano per questo. Tante sale colorate, con video e occhiali 3d per giocare e imparare divertendosi. Il centro si trova inoltre di fianco a una parte tutta dedicata ai bambini, la Navarino Natura Hall. Un posto meraviglio tra castelli nell’acqua e casette di legno dove nel dopo pranzo si può fare un riposino senza essere disturbati. Infine a poca distanza si trova il ristorante Diner, anni ’50, con jukebox, due piste da bowling e ovviamente hamburger e patatine in ogni dove.

Un’altra parte molto carina è la zona dell’Agorà in cui si trovano alcuni negozietti, un grande spazio con schermo dove presumo vengano proiettati film durante le sere d’estate e un paio di piccoli ristoranti e locali dove mangiare tranquillamente tra una partita a golf e un bagno in spiaggia. Qui abbiamo mangiato al pranzo di venerdì….finalmente ho mangiato greco in Grecia. Una goduria pazzesca. A me già il greco piace in Italia, figuriamoci là…volevo morire su quei piatti buonissimi *-*

Il sabato è stata una giornata davvero stupenda a Messinia per due motivi fondamentali: ho cucinato (dire cucinato è un’esagerazione, ma passatemelo) greco e sono andata in palestra 😀 Ora spiego tutto. Il sabato pomeriggio dopo aver mangiato come se non ci fosse fine, sempre, di continuo, cibo buonissimo preparato da illustri chef, ho deciso di addentrarmi nel magico mondo del fitness.

Costa Navarino infatti ha un centro benessere piuttosto invitante con un’area palestra e un’area benessere in cui si trovano sauna, bagno turco e piscina idromassaggio all’aperto. Siccome non avevo con me l’attrezzatura da palestra, e chi ci pensa a portarsela in un posto così?! Ho chiesto se era possibile noleggiarla. Sì, è possibile. Al prezzo di 5€ mi sono state date un paio di scarpe, pantaloni e maglietta, tutto rigorosamente ancora con l’etichetta da prendere a noleggio ^_^ meraviglioso.

Altra cosa bellissima che è successa il sabato è stata cucinare assieme a due gentilissime signore greche, a casa loro, dei piatti della tradizione. La loro casa si trova in una stupenda posizione si Messinia dalla quale si gode una vista magnifica, soprattutto all’ora del tramonto. Qui ho cucinato, preso ricette (che spero di poter provare in seguito) e mangiato, ovviamente, assieme alle due nuove amiche 🙂