Ho sempre odiato la sabbia, la salsedine sul viso e in mezzo ai capelli. Oggi ho avuto il sale per tutto il giorno addosso. Appena sveglia mi sono fatta una bella doccia e dopo solo un’ora ero già in spiaggia, precisamente nella spiaggia di Zahara de los Athunes. Lì mi sono fatta un bagno bello lungo, sono stata un bel po’ in acqua, era troppo piacevole vedersi i piedi e vedere la sabbia e sentire le onde dolci che mi cullavano.

Una volta uscita dall’acqua, oltre che dal vento, sono stata presa dal sale e dal sole che hanno reso la mia pelle asciuttissima, striminzita e salata! Il “brutto” di queste spiagge spagnole è che non ci sono docce. Proprio non ci sono, a meno che non si vada nelle spiagge private. Sono stata tutto il giorno con il sale addosso, senza toccarmi i capelli e senza toccare le mani le une con le altre, lo so, sono malata.

All’ora del tramonto sono arrivata alla spiaggia di Cadiz. Erano le 20 passate e qui ancora era giorno, tante le famiglie e i bambini ancora facevano il bagno e giocava in spiaggia, tanto che… ho deciso di farmi un bel bagno. Nonostante l’ora e il sapere che non mi sarei mai asciugata completamente, troppa è stata la mia felicità nel veder scorrere via il sale e sentire di nuovo la mia pelle fresca e liscia.

Se vuoi leggere tutta la giornata mia e di Borghiamo, vai al post di oggi.