Giovedì scorso sono stata ospite per una giornata all’Hotel Excelsior. Se siete lettori attenti ricorderete che già ad aprile ero stata qui per provare il bellissimo ristorante e la spa, oltre al pernottamento nelle meravigliose camere vista mare anni ’50.

Questa volta ho approfittato dell’occasione per festeggiare i mmm 45 anni mmmm di mia mamma. Di vero in questa frase c’è poco infatti non sono 45 anni e non era il suo compleanno ma siccome sono in ritardo di bene 3 mesi dai festeggiamenti perché sempre in giro, alla fine mi sono fatta perdonare facendo un non compleanno così. Un bel regalo vero? ^_^

Io e mia mamma siamo arrivate all’Excelsior di Pesaro sul Lungomare Nazario Sauro la mattina alle 10 circa, purtroppo un po’ di contrattempi ci hanno impedito di arrivare prima, ma poco male il sole c’era e il vento pure, la giornata era ottima per sdraiarsi sul lettino e non fare nulla. Come la prima volta che sono andata all’Excelsior sono rimasta stupefatta dalla cura dei particolari. Diciamocelo, ci sono tanti 5 stelle che spesso 5 stelle non sono, vuoi per le strutture un po’ vecchiotte, vuoi perché mancano di carattere. Queste due caratteristiche all’Excelsior non mancano di sicuro. Rinnovato non più di due anni fa e di grande carattere, tutto in stile anni ’50, l’Hotel spicca in mezzo al Lungomare di Pesaro e soprattutto è un hotel di grande carattere.

Ho esplorato la spiaggia in lungo e in largo e dopo aver preso il sole, fatto l’idromassaggio, la doccia, preso un aperitivo, mangiato e preso il caffè con Chiara sono giunta alla conclusione che la mia voglia di vivere gli anni ’50 ora è fortissima 😀 Scherzi a parte devo dire che non mi sentivo affatto a Pesaro, ma nemmeno in Italia, mi sentivo in una qualche parte del Mondo non ben definita.

I nostri lettini erano davanti al mare, la spiaggia dell’Hotel non è molto grande, ma per scelta, pochi ma buoni, ben posizionati, distanziati per la privacy di ogni ospite e con una cura personale di alti livelli. Due asciugamani a nostra disposizione per il lettino e per asciugarci dopo il bagno/idromassaggio. Inoltre acqua in un contenitore con ghiaccio, brandizzata e direttamente all’ombrellone. Questo è stato il vero tocco di classe.

Dopo l’aperitivo analcolico e due orette di sole ci siamo dirette verso il pranzo. Ah, l’aperitivo era fatto con frutto della passione e pompelmo ^_^ Il pranzo è stato piuttosto veloce (non volevamo perdere ore di sole) ma molto soddisfacente. Acqua, niente vino (sotto il sole fa male), tanto pesce e tanta insalata per stare leggere. Non ci siamo fatte scappare però il sorbetto al caffè, fresco ed energizzante. Un dettaglio rilevante sono i prezzi del ristorante, decisamente diversi dal ristorante interno questo è certo, molto abbordabili. Un’insalata viene circa sulle 12€ e se pensate che parliamo di un Hotel di lusso con 5 stelle è ottimo, per non parlarvi della qualità, ovviamente il pesce è fresco e non surgelato. Se vi capita di andare al mare a Pesaro io vi consiglio un pranzo qui.

Una nota simpatica è stata vedere come mangiano gli stranieri in Italia. Tanti russi che qui, con grande meraviglia nostra, accostavano il cappuccino alla minestra. No, non è uno scherzo, almeno 38 gradi e loro mangiavano/bevevano le cose più calde al mondo, contenti loro ^_^

Dopo altre due orette di sole e una bella scottatina alla schiena con grande rammarico ce ne siamo andate 🙁 Chissà, prima o poi riuscirò a farmi un bellissimo weekend per provare tutto assieme ^_^