Tra le tante bellissime cose da fare, vedere e anche mangiare a New York, ce ne sono cinque che non mi hanno fatto proprio impazzire. Ve le racconto qui per sapere se avete avuto anche voi la stessa impressione o, se dovete ancora partire, ve le scrivo affinché voi ci stiate attenti 🙂

La Mancia

La mancia in Italia non esiste. O meglio, qualcuno la lascia, più in passato che nel presente a dire il vero, ma non è obbligatoria. Nemmeno in America è obbligatoria la mancia, ma è fortemente consigliata. Consigliata a tal punto che nello scontrino normale, dove vengono incluse a parte anche le tasse, viene riportata sotto la percentuale che dovreste lasciare per la la mancia.
Ricapitolando, i prezzi che vedete esposti sono sempre tasse escluse, quelle vi vengono aggiunte solo una volta che pagate effettivamente il conto. E’ esclusa anche la mancia che è di solito il 20% del totale pagato (tasse comprese). La mancia non è obbligatoria per legge, ma se non la lasciate potete anche non tornare in quel locale. Imparate fin da subito a calcolare il 20% e troverete sempre camerieri che vi vogliono bene.
Un altro piccolo paragrafo va dedicato al pagamento con la carta di credito, accettata anche per pagamenti minimi, tipo 3$. Se decidete di pagare con la carta di credito, la questione mancia non è mica risolta qui 🙂 Voi date la carta di credito (poniamo siate al ristorante), per pagare il conto della cena. Vi porteranno lo scontrino della carta da firmare con annesso uno spazio per lasciare scritto quanta mancia volete lasciare. In questo modo finiranno la transazione una volta ripreso il foglietto, aggiungendo al conto della cena anche il conto della mancia, sommando le due cifre.

Mancia

Times Square

Mi spiace dirlo, ma Times Square è stata al di sotto delle mie aspettative. Sicuramente un luogo simbolo in passato e nel presente, di questa grande città, ma una grande piazza gremita di troppa gente e troppo rumore per pensare che sia il biglietto da visita della città. Di New York consiglierei tantissimi posti da vedere subito e per primi, ma non questo. C’è da dire che non l’ho vista di notte, come invece mi aveva suggerito Cabiria. Chissà, magari la prossima volta 🙂

I bagni

Sembrerà una cosa un po’ stupida, ma i bagni, proprio i wc dei luoghi pubblici e delle case della Grande Mela, sono di una scomodità unica. Bassi, ma talmente bassi che dopo una settimana vi verrà il mal di gambe. Ok, non entro nei particolari, ma per chi è abituato a quelli europei, potrebbe essere una vera e propria tortura.

Chinatown

La sporcizia

Credo New York sia una delle città più sporche al Mondo, sicuramente la più sporca che io abbia mai visto. Solo per farvi un esempio, in una sola sera mi sono passati sotto i piedi due toponi grandi come mezzo braccio. A me i topi fanno un po’ schifo e non è stato affatto bello camminare per le strette viuzze di Chinatown con la paura di sentire qualche strano animale sui piedi. Oltre ai topi, la metro, le strade e anche l’aria (sì l’aria) sa di sporco. Poi ci si abitua, o almeno, si pensa che si tornerà presto a una vita più sana, in qualsiasi posto abitiate.

lavorare a New York

Stakanovismo

Gli amici che abitano a New York mi hanno detto che lavorano 6 giorni su 7 e che hanno solo 7 giorni di ferie all’anno. Non arrivano nella vita quasi mai a tre settimane di ferie, che ovviamente dipendono dall’anzianità, e spesso e volentieri nemmeno a due. Hanno orari di lavoro duri, con turni di 10 ore e alzataccie alle 6 del mattino per tornare nel letto alle 22/23 di sera, quando va bene. Non cucinano mai, e si capisce anche il perché, mangiano sempre fuori, spesso una pizza o un hot dog, prediligono il lavoro e non so come facciano ad avere una vita sociale. Ovviamente per loro non è sempre una tortura, amano dirsi stakanovisti, amano lavorare e contribuire al benessere proprio e del Paese. A me è sembrato un po’ da esagerati, ma loro sono talmente innamorati di New York che pur di rimanere, farebbero qualsiasi cosa.

Ti ho avvilito e non vuoi più partire per New York? Pensavi la città fosse meglio? non temere, ho in serbo per te 10 motivi per cui mi è piaciuta New York, vienili a leggere!