Viaggi da sola

federica-giordania

Alt, metto subito le mani avanti: io non viaggio quasi mai da sola. Quando mi è capitato di farlo però, per scelta, è stato bellissimo. Ho raccolto in questo blog qualche esperienza di viaggio da sola che non è certamente paragonabile a chi lo fa abitualmente, ma è raccontata a mio modo.

federica-a-riminiSono del parere che un viaggio da sola non si possa definire dentro dei paletti. Viaggiare da sola non significa stare via un mese da casa, a volte basta un weekend per capire tante cose e per provare emozioni ed esperienze forti. Così come il low cost nel viaggio è relativo e molto soggettivo, anche viaggiare da soli lo è. Qualcuno si sente solo in viaggio anche in gruppo, per scelta o perché non si trova con la compagnia.

Viaggiare da sola così come l’ho inteso io in questi post, è partire sola e tornare più consapevole dei miei limiti, delle mie paure ma anche dei miei punti di forza. Viaggiare da sola è stato un esercizio. Ci sono stati giorni in cui in viaggio solo con me stessa la solitudine non mi pesava, in cui mi sembrava bellissima. Avevo tempo per me e i miei orari non erano messi in discussione da nessuno. Autonomia e coraggio, tanto.
federica-parco-queyras

Altri giorni la solitudine era come un macigno e desideravo tantissimo tornare a casa, dentro le mie abitudini e vicine alle persone che amavo. Quello che ho capito dei viaggi in solitaria, è che arricchiscono tantissimo.

Personalmente credo che viaggiare da soli serva per ritrovare se stessi. Non è un luogo comune e sono profondamente convinta che a volte basta davvero poco per iniziare un cammino che potrebbe portare a qualcosa di grande. I viaggi da sola, non sono i viaggi in aereo per raggiungere un’amica, quelli non li considero viaggi da sola, ma viaggi in cui si prende e si arriva, si sta e si ritorna completamente da soli.

federica-in-omanCerto, poi durante il viaggio si fanno amicizie, si conoscono persone, si chiacchiera con le compagne di stanza e spesso e volentieri si cena anche insieme, ma questo non vuol dire che il nostro viaggio sarà meno in solitario, anzi. Credo che una bella parte del viaggiare da soli, stia anche nell’affrontare situazioni completamente nuove, come avere il coraggio di iniziare amicizie o fare conoscenze diverse.

Rapportarsi all’altro in un viaggio in solitaria, è senza dubbio molto più complicato, ma indispensabile. Se c’è poi il “problema” della lingua poi, le cose si fanno ancora più interessanti. Quando si sta da soli per qualche giorno è normale iniziare a cercare distrazioni, a cercare qualcuno con cui chiacchierare, del più o del meno o di cose anche più importanti. Si hanno necessità e non si sa su chi fare affidamento, perché ci siamo solo noi, ed ecco perché è importante imparare a fidarsi degli altri e a chiedere. Una cosa che probabilmente non faremmo mai durante un viaggio con gli amici.

Malta da sola
Malta è stato il mio primo vero viaggio da sola. Un viaggio di due settimane per imparare la lingua, in casa con due austriaci e due ragazze tedesche. Un’esperienza quella de viaggio a Malta che mi ha segnata, e che ricorderò per tutta la vita.
Tutti i post
Australia da sola
Un viaggio da sola per raggiungere l’altra parte del mondo per vivere un’avventura che mi ha fatto crescere tantissimo. Voli, cambi, aeroporti, fusi orari e poi l’Outback australiano e la sua bellezza di deserti. L’Australia mi ha dato tantissimo.
Tutti i post
Oman da sola
Non un viaggio da sola nel vero senso della parola. L’Oman è stato fatto assieme ad un gruppo di viaggiatori, ma da sola era come mi sentivo, per l’importanza della destinazione e per la di conoscenza di me stessa che mi sono portata a casa.
Tutti i post