Ho iniziato il primo Aprile e sì, anche io pensavo fosse uno scherzo! Invece per un mese e mezzo sono andata a correre un giorno sì e uno no, anzi una mattina sì e una no. Non correvo tanto, e avevo il mio passo, ma correvo. Mettevo la sveglia alle 7 di mattina, uscivo di casa, raggiungevo il lungomare che da casa mia dista circa 600 metri in linea d’aria e poi… iniziavo a correre.

rimini-corsa

Ogni volta che andavo a correre vedevo più o meno sempre le stesse persone. La ragazza che correva con le cuffie in testa, l’uomo sudatissimo che voleva dimagrire ad ogni costo, la signorotta super abbronzata e magrissima che voleva essere pronta per la prova costume con le amiche. Chissà loro come mi vedevano. Con alcune persone a volte ci sorridevamo, a far su e giù sul lungomare di Rimini, da una direzione o dall’altra, alla fine ci si incontrava per forza.

Non correvo tanto, anche perché andando spesso cercavo di non stancarmi e di prendere l’abitudine, cosa che avrei subito perso con delle full immersion già dai primi giorni. Correvo il giusto, facendo circa 40 minuti in tutto tra andare e tornare da casa, senza stretching finale però 🙂 Tenevo il tempo con l’app runtastic che la metà di voi immagino conosceranno, la quale però con HTC non da il conteggio delle calorie, mentre con iPhone sì, e così la collegavo a un’altra app! Insomma un casino solo per vedere che un giorno sì e uno no potevo permettermi una fetta di pane in più e magari uno yogurt!

scarpe-corsa

Poi è arrivata New York e subito dopo la Polinesia e per forza di cose… ho smesso questo allenamento. Ora che sono tornata a casa ho ripreso solo a camminare. Mi rendo conto che non ho più quel ritmo e di correre ancora non se ne parla. Uno perché in Riviera è arrivato il caldo grosso e per non soffriflo bisognerebbe uscire di casa alle 4 di mattina e non va bene. Secondo perché avendo perso il ritmo non me la sento. Credo che al momento le camminare siano la cosa migliore e alla fine, in quanto a calorie cambia poco o niente? Giusto, voi che siete esperti del settore?

A New York mi sono comprata le mie scarpe da corsa. Oltre alle All Star anche le Nike costavano davvero pochissimo e così mi sono comparata a soli 35€ (in un negozio di Harlem), queste bellissime scarpette da corsa. Belle strette ai lati del piede!

corsa-rimini

Ora che sono un po’ di giorni che cammino, cammino e cammino, dovrei solo spingere un po’ di più e rimettermi a correre. Ma devo trovare l’ispirazione giusta, come ad Aprile 😀 Mi date un piccolo sostegno psicologico?