I pomeriggi sembrano più lunghi e divertenti ora che la primavera è finalmente arrivata. Inoltre Giulio ora sta all’asilo fino al pomeriggio e questo ci permette di vivere il nostro tempo alla grande, quando lui esce. Alle 15, quando lo vado a prendere, io ho finito di lavorare, lui invece è riposato e pronto a iniziare un’altra parte di giornata con me. Facciamo di tutto e di più, il sole in questo periodo non manca e l’energia a quanto pare nemmeno!

Un gelato, una passeggiata al parco, un gioco con gli altri bimbi che Giulio assolutamente deve prendere per mano e ancora la bici, le corse, i sorrisi. Avere Giulio tutto per me per tutto il pomeriggio è una cosa che mi piace moltissimo e unisce ancora di più (se possibile) questo legame già fortissimo.

La sera poi, una volta tornati a casa, ci rilassiamo con un bel bagno. Una delle cose che odio più dell’inverno è fare la doccia o farla a Giulio quando fuori è buio. Bisogna attaccare la stufetta in bagno, altrimenti fa freddo e si vive la metà delle metà delle giornate. In questi giorni di primavera invece, fare il bagno è un vero piacere. Ci si veste in sala, magari davanti a un cartone, si prepara la cena insieme, si mette il piagiama e si attende sul divano che arrivi il babbo.

In uno di questi pomeriggi ho deciso di scattare qualche foto mentre facevamo le nostre operazioni di routine. Ho asciugato i capelli a Giulio prima di uscire dal bagno perché, per quanto io sia amante dei paesi nordici, sono ancora di quella fascia super italiana del “vestiti che prendi freddo“. Poi ci siamo stesi su tappeto della sala con il nostro Swaddle XL a farci da copertina e l’accappatoio verde menta di Bamboom che tanto ci piace perché è morbido e con un cappuccio grande che avvolge tutti i ricci di Giulio. Ricci che sono praticamente esplosi negli ultimi due mesi.

Piano piano ci siamo scaldati, asciugati con cura e abbiamo messo il nostro Body Long Sleeve. In primavera adoro i body lunghi, molto più di quelli a mezza manica, perché posso mettergli anche solo quello, magari tirando su le maniche in caso faccia molto caldo o ritirandogliele giù in caso di freddo. I bimbi sono così comunque coperti e vestiti e non hanno più di uno strato addosso che in primavera si corre e non c’è tempo da perdere.

Amo i colori chiari, quasi per tutto a dire il vero, per la casa così come per i vestiti di Giulio, soprattutto per i body. Poi si sporcano continuamente eh, perché è impossibile far star fermi i bambini, ma sono deliziosi quando indossano qualcosa di pulito e profumato. Il body è elasticizzato e al tatto è davvero molto morbido, come l’accappatoio del resto. Il body è inoltre impreziosito da tanti dettagli che fanno la differenza. Una caratteristica questa che ho riscontrato in tutti i prodotti Bamboom e che mi è  molto piaciuta.

Bamboom: incontro tra Italia e Olanda

Bamboom, come dice il nome stesso, realizza collezioni di abbigliamento e linee di prodotti e accessori in bamboo organico per la prima infanzia. I pezzi sono ideati e disegnati da un olandese, ecco perché mi piacciono tanto, Pascalle De Jongh per la precisione e sono 100% made in Italy, lanciati sul mercato italiano nel 2012 per la precisione.

La cosa bella, che rassicurerà tutte le mamme, è che la fibra di bamboo non irrita la pelle delicata dei bambini. Inoltre tutti i capi sono pratici, ideali per seguire i movimenti, spesso pazzi e senza freni dei piccoli.

Pascalle De Jongh è un’olandese sì, ma è fissa in Italia dal 2001. Ha tre figli e sa molto bene che affinché stiano comodi e si sentano a loro agio, c’è sempre bisogno di avere un’accortezza in più quando si vestono o si scelgono i capi per loro. Per non parlare poi dello stile. L’unione tra l’Olanda e l’Italia ha dato il suo frutto anche in questo, con capi molto basici ma sempre con una nota distintiva, riconoscibile.

Le stoffe e i materiali che vengono utilizzati sono certificati OekoTex, GOTS (Global Organic, Textile Standard) e EcoCert e vengono sottoposti a severi controlli sulla qualità. Bamboom vende non solo in Italia, ma attraverso gli oltre 350 negozi anche in Olanda, Belgio, Spagna, Svizzera e Polonia.

Nel sito ufficiale di Bamboom si trovano non solo vestiti, ma anche tante cose super carine e preziose. Vi consiglio di farci un salto.