Ho sempre invidiato quelle mamme che tutti i giorni, dico tutti i giorni, allo stesso orario hanno una propria routine. Bagnetto, pigiama, cena e letto. Questa è una di quelle cose che in assoluto noi non riusciamo proprio a fare, ma che mi piacerebbe davvero attuare (prima o poi), ma da cosa iniziare? Dal bagnetto ovviamente, il primo passo per una routine perfetta

Noi la routine del bagnetto a casa non l’abbiamo, ma in viaggio ci è quasi più facile che a casa, in effetti.
Sarà che Giulio non ha mai avuto problemi di sonno, cosa per cui si inizia a pensare a una routine della sera. Forse questo è solo un mio pensiero e forse non c’entra poi tanto con quello che le mamme pensano generalmente quando dicono “ok, è l’ora del bagno!“. Forse è perché la nostra vita va a giornate. A volte siamo a cena fuori, a volte facciamo un aperitivo con gli amici, a volte Giulio rimane con i nonni che lo fanno giocare e giocare e giocare (e il bagno non è quasi mai tra i loro piani) e a volte siamo in viaggio: più distanti dalla routine di così si muore. Anzi, abbiamo lì la nostra vera routine.

Ho scoperto però che anche quando siamo via, soprattutto lontano da casa e in un paese molto diverso dal nostro, una cosa che a Giulio (e diciamolo, anche a noi) piace un mondo, è fare un bel bagno. Generalmente è il babbo che lo fa assieme a Giulio, un momento tutto loro in cui si divertono, giocano e si rilassano. Con la doccia non è esattamente la stessa cosa, il bagno è davvero un momento magico e l’acqua è un elemento fondamentale della vita di ogni bambino (del resto ci navigano per mesi e mesi prima di venire alla luce).

Giulio appena intuisce che si sta per andare a fare il bagno impazzisce, letteralmente. Inizia a cercare i giochi da portare nella vasca e li passa al mio controllo. Questo sì, questo no, dico. Una volta gli ho lasciato portare nella vasca le sue matite colorate. Ovviamente è uscito più sporco di prima, ma ci teneva così tanto che non ho saputo proprio dire di no.
Una volta scaldata la sala da bagno e spogliatolo completamente, lascio al babbo il compito più bello e divertente(eh sì, diciamolo!).

Per una buona mezz’ora sento solo risatine, schizzi d’acqua, gridolini e tanta felicità. Questo mi rende felice.

Una delle cose che piace fare a me invece, è aspettarli fuori. Certo, devo ammettere che in quei 30 minuti mi rilasso totalmente (ecco perché piace così tanto il bagnetto di Giulio anche a me), ma una volta fuori, Giulio è tutto mio!
Preparo con cura i suoi vestiti, il pannolino nuovo, il body, il maglioncino, le calze e le scarpe e poi scaldo la camera (se fa freddo, altrimenti se è estate va bene anche così – dipende molto dalla parte del mondo in cui ci troviamo).

Lo asciugo, lo preparo con cura anche in base alle creme che gli servono (non sono tutte uguali!). Una cosa che nell’ultimo tempo adoro mettergli prima di vestirlo, è una goccia, giusto una, di acqua di colonia di Mister Baby. La adoro così tanto che a volte la metto anche io con lui: ha un odoro di buono, di bambino pulito che a me piace tantissimo avere addosso ed è un po’ come portare Giulio tutto il giorno con me. Poi, lo ammetto, il dividere lo stesso profumo mi permette di sentirlo vicino anche quando lo porto all’asilo nido o quando esco senza di lui.

Pasta protettiva Mister Baby

Non ci sono parabeni, ne fenossietanolo, ne coloranti, inoltre la pasta protettiva Mister Baby ha una profumazione senza allergeni. Io la utilizzo molto spesso dopo la doccia e al cambio del pannolino. Se poi noto, come spesso accade nelle giornate più rigide, che ha la pelle delle gambe molto secca, la utilizzo anche lì spalmandola molto bene, con pazienza e delicatezza fino al completo assorbimento della crema.

La pasta protettiva ha un’azione emolliente, infatti l’NMF7 aiuta a ripristinare e a mantenere la naturale idratazione e protezione della pelle. Ha un’azione protettiva grazie all’ossido di zinco che crea una barriera traspirante che aiuta a mantenere la pelle di Giulio sempre asciutta anche dove c’è il pannolino. Infine la pasta protettiva ha un’azione lenitiva, grazie al derivato dell’amido di mais che potenzia l’effetto protettivo e lenitivo della pelle, evitando arrossamenti e irritazioni della pelle.

Crema viso Mister Baby

La sera dopo cena, in particolare modo, a Giulio piace darsi la crema. Prende la sua crema viso (o la mia, dipende quale è a lui più vicina) e fa finta di mettersi la crema in viso (a volte in effetti ci riesce anche). Diciamo che è abituato a metterli le creme che lo aiuta a stare meglio, soprattutto quando fa freddo e parliamo di creme protettive o quando fa molto caldo e abbiamo tutti bisogno di protezione solare. Gli ingredienti della crema viso Mister Baby sono 7, atti a ristabilire la fisiologica idratazione e protezione della pelle del bambino.

Quello che mi ha sorpreso di più di queste creme, dato che la pelle di Giulio come degli altri bambini è molto delicata, è sapere che all’interno di fosse dell’Olio di nocciolo di ciliegia e del burro di cacao, due principi attivi naturali fortemente emollienti, che aiutano e rinforzano la barriera protettiva aiutando a prevenire e lenire irritazioni e arrossamenti.

Acqua di Colonia Mister Baby

Ve lo dicevo poco sopra, io ne sono innamorata di questo profumo. Lo vedo un po’ come una cosa vintage (acqua di colonia!) e un po’ come una cosa incredibilmente nuova (del resto chi la mette più?). La caratteristica dell’acqua di colonia Mister Baby è che è totalmente priva di alcool. La sua profumazione è fresca, l’odore è quello dei fiori e della frutta fresca di primavera (ecco perché piace anche a me!). La sua formulazione, non irritante e appositamente studiata per i piccoli, è adatta anche alle pelli sensibili. L’acqua di colonia Mister Baby può essere utilizzata già dai primi mesi e secondo me, dopo il bagnetto, è un toccasana per sentirsi puliti e belli, in qualsiasi parte del mondo voi siate vi sentirete sempre a casa!