Nelle grandi città si sa, c’è molta più possibilità di scelta, anche per quanto riguarda il cibo. Io credo che se dovessi trasferirmi a Milano, passerei più tempo a provare ristoranti e posticini dai piatti interessanti, che a fare altro, anzi ne sono proprio certa, anche perché quando abitavo a Roma, mangiare fuori era una delle mie passioni e attività preferite.

Nelle grandi città, non solo è più facile trovare ristoranti che si differenziano, che fanno cose particolari, che creano un bisogno come direbbe qualcuno, ma tutto questo è anche cool, un motivo per uscire, per provare un nuovo locale, per vedersi con gli amici. Così, da quando ho saputo che avrei dovuto passare a Milano due giorni per lavoro, ho iniziato a cercare posticini e locali dove assaggiare qualcosa di nuovo.

squisini-locale-interno

La mia scelta è caduta appositamente in ristoranti che proponevano anche piatti e menù vegani, non solo per prova, ma anche perché per un mese a casa mia si è mangiato metà vegano e metà normale e non è detto in realtà che sia finita qui. Mi spiego meglio, il mio compagno ha voluto provare a mangiare per qualche settimana senza proteine animali, per una questione di salute e non per altri motivi e così, dato che viviamo assieme, ma mangiamo assieme a conti fatti solo la sera, ho deciso di mangiare le stesse cose che mangiava lui, almeno in questa parte di tempo che passavamo insieme.

squisini-milano-bolle

Io a pranzo ho sempre continuato a mangiare quello che volevo, come uova, formaggi, piatti con latte e anche carne, ma la sera ero una vegana a tutti gli effetti. La mia è stata una scelta fatta per lo più per la nostra convivenza che per altro, però devo dire che mi è piaciuto molto provare a cimentarmi in piatti e ricette diverse dal solito, come la volta che ho preparato le polpette di ceci e cicoria, una bontà!

squisini-in-fila

Tornando a Milano, dicevamo… il posto che ho voluto assolutamente provare è Squisini che si trova in Viale Col di Lana 12, nel cortile interno, se non lo vedete subito non vi preoccupate, continuate ad andare avanti è in fondo a destra. Ecco, Squisini per me è stato fatto per due motivi, perché le persone che si trovano in pausa pranzo possano andare a mangiare una cosa al volo e per fare un buon catering. Il locale ha un solo grande tavolo e alcuni sgabelli con un tavolo a parete che percorre il perimetro di quasi tutto il locale.

squisini-marche

Cosa si mangia da Squisini? Le Bolle, sì, le bolle!
Pane lievitato con all’interno un ripieno dal sapore della tradizione della cucina italiana, tanto che ogni bolla ha il nome di una regione italiana per quanto riguarda le bolle salate e poi ci sono le bolle dolci. Io ho assaggiato le due bolle vegane, Liguria e Ortolana e la bolla della mia regione, quindi le Marche. Nella Bolla Liguria ci sono patate, fagiolini e pesto, nella Bolla Ortolana le verdure di stagione e nella Bolle Marche le classiche olive all’ascolana. In più dato che ero lì mi hanno fatto provare anche la Bolla Campania con carne e cipolla, una delizia.

squisini-locale

Se prendete le bolle da portare via, almeno tre, potrete avere una bellissima scatoletta dal design e dai colori vintage. Ovviamente io l’ho presa! Non ho assaggiato le bolle dolci e non le ho nemmeno tanto guardate, quindi se siete curiosi vi consiglio di visitare il sito web, almeno potrete (magari) scoprire anche un posto nuovo e diverso a Milano.