Instagram per me è sempre stato amore e odio. Non mi sono appassionata da subito a questo social network come invece ho fatto con twitter (quello l’ho amato da subito, da quando scrivevo in terza persona nel 2008!) o come alle pagine facebook (in cui pubblico brevi video e mi diverto un mondo). Instagram per me è stato un amore difficile, un’amicizia dapprima, un nemico da combattere poi, un amore da riconquistare ora.

Io e Instagram ne abbiamo fatta di strada, ci siamo conosciuti quando lui è venuto al mondo. Io pubblicavo tanti momenti della mia vita, L’Instagram come lo conosciamo oggi allora mica c’era, ancora. Oggi è una potenza, una bomba, allora era lì, stava così in attesa che qualcuno lo facesse diventare quello che è ora, stava lì in attesa che si capisse se fosse carne, pesce o chissà cos’altro.

instagram-forrest

Forrest Mankins

Questo profilo l’ho scoperto il giorno prima del mio viaggio in Thailandia. Ricordo che ero lì a perder tempo su instagram, passando da un profilo all’altro quando mi sono imbattuta nel suo, splendido! Ricordo di aver pensato subito “devo seguirlo, è meraviglioso quello che fa!” Le sue foto di vita selvaggia mi hanno incuriosita e presa a tal punto che sono andata a vedere il suo sito. Molte foto sono in vendita, altre fatte su commissione, ma seguire le sue foto di viaggio vale davvero la pena.

Instagram -> Forrest Mankins

instagram-theblondeabroad

The Blonde Abroad

Ormai la seguo da oltre un anno, anche se prima solo su twitter e ora anche su instagram. Su Facebook non va così forte, non so come mai, ma Instagram è decisamente il suo social. Bella, giovane, americana, bionda e magra? Devo aggiungere altro? Ah sì, viaggiatrice o almeno brand ambassador di se stessa e si vede che lo sa fare bene. Le sue foto sono sempre studiatissime, non lascia nulla al caso e ne pubblica non più di due al giorno, spesso anche solo una foto, selezionate e ben preparate. Nonostante si noti un po’ l’artificialità delle scelte (anche in relazioni a brand e sponsor) l’effetto wow è assicurato.

Instagram -> The Blonde Abroad

instagram-campsbrandgood

Camp Brand Goods

Fosse per me mi vestire così, come se abitassi in una baita in montagna, 365 giorni l’anno. Vivo al mare ma la montagna mi ha sempre attirato tantissimo e vedere questo brand promuoversi così mi da la voglia di partire, continuamente. In questo caso non si parla di una persona, ma di un brand appunto, che promuove i propri prodotti con foto di natura, montagne, vita all’aria aperta e in tenda. A me piace tantissimo, spero anche a voi.

Instagram -> Camp Brand Goods

instagram-helloemilie

Emilie Ristevski

Un classicone, possiamo dire. Foto bianche, o comunque molto chiare, dettagli, angoli di mondo meravigliosi. Eppure questi sono i viaggi di Emilie, australiana viaggiatrice che di giri ne ha fatti diversi anche lei. Il suo profilo sembrerà “non ci posso credere è troppo bello per essere vero”, eppure è così. Unica pecca, lei non si vede mai, mai, mai in viso, solo e sempre di spalle e girata, peccato secondo me.

Instagram -> Emilie Ristevski

instagram-athenagreco

Athena Graceco

Un mix di foto più selvagge, naturali e foto cittadine, con sfondi della Grande Mela e altre città americane. Niente paesaggi eteri, niente colori chiari, il profilo di Athena è certamente più dark, social e comunque a tema travel. Se con il primo profilo che vi ho suggerito vi verrà voglia di lasciare tutto, prendere un’auto e partire all’avventura, con questo vi verrà voglia di passare una vacanza a New York o a Chicago. Nel suo blog tante le foto professionali e un blog interessante.

Instagram -> Athena Graceco

E io? Che faccio io su Instagram? Io sto, per il momento. Ho tantissime foto pubblicate ad oggi, alcune persone che mi seguono con interesse, altri visitatori di passaggio o che arrivano tramite gli hashtag di viaggio e diversi profili che seguo assiduamente, quelli di viaggio e di cucina in primis, ma negli ultimi mesi anche quelli di vestiti per bambini e interiore design, capirete da soli il perché.

instagram-federchicca

Cerco di pubblicare una foto al giorno, quando riesco due, cerco di organizzare bene i contenuti, di non pubblicare troppo o troppo poco, di calibrare i colori e le emozioni, i tag e gli hashtag, di non esagerare e soprattutto di trovare un mio stile personale. Vedo che con la GoPro vado benissimo, anche perché non ho un fotografo tutto per me che mi segue durante i miei viaggi, quindi per forza di cose mi devo arrabattare da sola.

A questo punto mi tocca anche consigliartimi, io sono Federchicca, ci vediamo su Intagram? 🙂