Leggerezza, spensieratezza, libertà. Cos’è per te l’estate e cosa rappresenta questa stagione?
Io ricordo quando andavo ancora a scuola, l’estate era tutto, erano i tre mesi più belli della mia vita, erano le serate di libera uscita, le giornate senza compiti, i pomeriggi di noia sul letto a leggere qualche romanzo, le stelle cadenti e le lucciole in campagna. Per me l’estate era solo questo, almeno fino ai 14, 15 anni. Poi è arrivata l’adolescenza, quella seria, e le cose sono un po’ cambiate, ma nemmeno poi più di tanto.

Oggi che sono mamma, pare che tutto sia tornato come allora. Mi emoziono con poco, sono felice con un tramonto o quando vado a dormire presto, io che fino a 10 anni fa facevo le sei della mattina senza battere ciglio. Sono felice quando vado a letto con un buon libro, mi sveglio con una ciambella allo yogurt, godo delle cose semplici e libere, come mi piace immaginarmi, come l’estate.

gb-pockit-pucci

pockit-passeggino-dettaglio

Le vacanze sono da sempre sinonimo di spensieratezza e quando partiamo non ci piace portarci dietro enormi fardelli, valige pesantissime che fatichiamo a trasportare da soli. Ricordo benissimo quando sono partita per un on the road con un valigione formato famiglia, non l’ho mai più rifatto e oggi il mio unico compagno di viaggi è lo zaino 2o litri.
Invece per Giulio come mi comporto? Devo dire che agosto si è rivelato all’altezza di ogni più nostra rosea previsione e ci stiamo godendo l’estate all’ombra di una fresca campagna marchigiana.

Per Giulio ho deciso di utilizzare per queste vacanze rilassanti un passeggino super easy e leggero. Leggero perché pesa solo 4kg ed è grande solo 35 x 35 cm, super easy perché per una volta abbiamo deciso di lasciare tutto a casa, o quasi, potendoci permettere di dimenticare tutto. In campagna si sa, la vita scorre più lenta, non abbiamo problemi di vestiario, anche perché abbiamo altri armadi qui, ne problemi di sfilate o cene in abito lungo. Ci si diverte a stare insieme, si allunga un tavolo, si aggiunge una sedia e l’importante è sempre quello di stare bene e divertirsi con poco.

gb-pockit-viaggio

La campagna in questo mese di agosto ci ha già insegnato tanto, a prendercela comoda per esempio.
L’abitudine ad alzarci presto, quella non possiamo togliercela, ma il pomeriggio dormiamo nelle ore più calde, poi usciamo per una passeggiata, rientriamo e facciamo merenda, assaporiamo i frutti degli alberi del nostro giardino, prendiamo i pomodori dell’orto, le zucchine e le uova dal pollaio.

Così anche gb Pockit ci aiuta a prendere queste settimane in modo tranquillo, senza essere ingombrante, senza la rigidità dei mesi autunnali e le sue foglie ingiallite, ma con la freschezza di un frutto maturo e succoso, con la solarità di certi pomeriggi d’estate, quando anche dopo il tramonto il sole non sembra volersene andare e i muri e i gradini di casa rimangono ancora caldi e vivi.

gb-pockit-giulio-campagna

Quando l’abbiamo caricato in auto abbiamo subito notato la differenza, gb Pockit è minuscolo, sta addirittura tra il sedile posteriore e quello anteriore, senza fregare posti ai bagagli, quelli seri, come il Bimby che ovviamente ci siamo portati anche in campagna perché non possiamo più farne a meno, o i giochi di Giulio. Ideale per i viaggi in auto, ma anche per i viaggi in treno, perché si può chiudere con due sole mosse e riporre facilmente nei vani superiori dei sedili passeggero.

Ideale per i piccoli dai sei mesi fino ai 4 anni d’età o dai 9 chili fino ai 17. Una soluzione interessante per chi sta cercando un passeggino da viaggio che non costi una fortuna, ma ancora di più che abbia un’apertura e una chiusura rapida, senza impazzire. Le ruote anteriori si possono bloccare per muoversi agilmente anche sui terreni sconnessi, mentre le cinture per i piccoli sono regolabili con tanto di cuscinetti per le spalle. Il tettuccio poi si può togliere o mettere in base alle esigenze e l’altezza de manubrio è facilissima da regolare, a prova di babbo super alto!

gb-pockit-passeggino

pockit-passeggino

Le caratteristiche di gb Pockit le ho verificate tutte di persona, ma è con l’apertura che ho espresso al meglio la mia voglia di leggerezza per questo caldo agosto.