Quando abbiamo iniziato ad arredare casa, tra i tanti dubbi che avevamo su dove posizionare i mobili e cosa comprare, c’era una sola certezza: avere un letto grande e comodo, come in viaggio.
Mi vuoi dire che in viaggio dormi bene come a casa?
La maggior parte delle volte a dire il vero sì. Innanzitutto perché sono talmente abituata a viaggiare che ormai dormirei bene anche per terra o su due sedie unite! Scherzi a parte, il vero motivo è che negli ultimi anni viaggio bene, scegliendo per lo più strutture con ottimi e comodi materassi, che guarda caso, andando poi a cercare, sono quasi tutti materassi Dorelan

Non dico per dire, mi è capitato spesso soprattutto da quando c’è Giulio, privilegiare in viaggio dei posti belli e comodi in cui dormire che, scoprivo poi dopo, usavano tutti materassi di qualità. Quando siamo arrivati alla scelta del letto per la nostra nuova camera, le condizioni erano due: che fosse di 2 metri (ci piace stare larghi anche perché il materasso della casa vecchia era grande così e ormai ci eravamo abituati), che fosse un materasso Dorelan.

La nostra esperienza di acquisto è iniziata nel Dorelanbed, proprio a Rimini, dove hanno aperto uno store nemmeno un anno fa.
Siamo andati a provare i letti, nel vero senso della parola, per due volte. Prima io da sola con Giulio, anche se ho rimediato ben poco perché anche lui voleva salire, saltare, provare a dormire, e poi assieme, io e il mio compagno, provando a concederci un momento di tranquillità per sentire il riposo e soprattutto sentire come il materasso ci faceva stare.

Un’esperienza che consiglio davvero a tutti, perché non siamo abituati a dare così tanta attenzione al materasso. Attenzione che invece dovrebbe averla, dato che lì passiamo quante, 6, 7 anche 8 ore a notte (fossero anche solo 5, comunque ne varrebbe la pena, perché sommate, tutte quelle ore, in un anno fanno un bel po’ di tempo!)

Tanti, tantissimi materassi, ma anche tanti aiuti, grazie al personale super preparato che ci ha fornito le giuste indicazioni per scegliere il nostro materasso perfetto. Ci siamo stesi entrambi, girati, rigirati, trovato la posizione giusta a pancia in su, poi a pancia in giù, da un lato e dall’altro. Abbiamo provato tutti i materassi e i cuscini (anche il cuscino è un capitolo intero nel mondo Dorelan che non va assolutamente preso alla leggera), poi abbiamo deciso. Il nostro materasso perfetto è il Focus Fisiology SF, abbiamo decretato!

Quello che ci ha davvero convinto di questo materasso è stato il fatto che sentivamo come se fossimo avvolti e al tempo stesso sostenuti dal materasso. Una sorta di abbraccio naturale che, ancora oggi prima di dormire quando ci stendiamo, ci tiene stretti e al tempo stesso comodi.

Le note tecniche sono diverse e anche se quando si dorme su un materasso del genere non ci si accorge (chiaramente) di quello di cui è composto il materasso, ma solo di come ci fa stare, è giusto sapere che il Focus Fisiology SF è composto da ben 800 molle indipendenti a 7 Zone Differenziate, racchiuse nell’esclusiva Fodera Fisiology. La Fodera Fisiology è su entrambi i lati arricchita da una soffice imbottitura, per un maggior comfort e morbida accoglienza. Nello specifico, ogni lato è composto da 2 cm di Myform Memory Clima per il lato invernale e 2 cm di Myform Air per il lato estivo.

Finita la spiegazione tecnica, che però era doverosa vista la qualità indiscutibile e il prezzo di questo materasso, vi parlo della cosa più importante per me, come mi fa sentire il mio Dorelan. La sensazione predominante nella mia mente quando penso al mio materasso o quando penso al mio letto in generale è quella di benessere.

Ho sempre dato molta importanza al materasso, anche se solo con gli anni ho iniziato davvero a capire quanto un materasso potesse essere importante per il riposo e quindi per la produttività (e sì) per la felicità delle mie giornate. Se non si riposa bene durante il giorno si è stanchi, se il materasso non è degno di questo nome si scoprono gli acciacchi, ci viene mal di schiena, mal di collo e tutto quello che questo comporta sia sull’umore che proprio sulla vita pratica delle nostre giornate.

Ora che c’è Giulio poi ho bisogno davvero di svegliarmi riposata e non stanca. Ho bisogno di essere attiva fin da subito, di sentirmi bene, in forma e carica (come una molla!). La sensazione maggiore è quindi quella di benessere, ma la seconda sensazione che il mio materasso Focus Fisiology mi fa provare è quella di stare come su una nuvola. La morbidezza da un lato e l’essere sostenuta in tutti i punti più importanti del mio corpo mi da come l’impressione di dormire su una nuvola.

Quando eravamo nel Dorelanbed di Rimini, il posto in cui ho avuto per la prima volta questa sensazione, immaginandomi il mio materasso già a casa, non sono riuscita a pensare ad altro se non a prendere anche a Giulio un materasso Dorelan. Perché dite, non sapete che esistono materassi anche per i più piccoli? Esistono e sono molto interessanti perché specifici non solo per il sonno ma anche perché accompagnano la crescita dei più piccoli dai primi anni di vita fino all’adolescenza, con un sistema studiato in modo minuzioso per il loro benessere.

Così oggi, nella nostra nuova casa abbiamo ben due materassi Dorelan: il Focus Fisiology SF per mamma e babbo e il Flip per Giulio. Certo, non sempre ognuno dorme nel suo letto, a volte qualcuno si infila nel letto dell’altro, generalmente a metà notte e generalmente ci rimane fino a mattina, ma questa è un’altra storia!