Sarà che mi è presa questa mania, vera malattia, di viaggio, o sarà che le mappe mi sono sempre piaciute tanto, ma oggi vi propongo un post che per me è bellissimo! Avete mai pensato ad arredare la casa con vere e proprie mappe? Non parlo solo di “banali” cartine geografiche da prendere in cartolibreria e appendere alla meglio in camera. Tra l’altro questa cosetta fa molto studente delle medie. Parlo di arredamento vero e proprio.

C’è un modo decisamente più glamour di arredare casa con le mappe e le cartine geografiche, ed è quello che mi piacerebbe fare e che in questo post mi prefiggo di suggerire (anche per me eh). Partiamo dalle cartine che arredano la camera da letto, quelle più facili forse.

mappe-camera-da-letto sedia-camera-da-letto

Probabilmente mettere le carte geografiche nella camera da letto è il modo più facile per essere, come dire, discreti. Si possono appendere oppure si possono creare delle vere e proprie carte da parti, come nel caso della foto sopra. Infine, se si è proprio creativi si possono fare sedie e lampade, una delle cose più belle che ho visto infatti è stata creata proprio con un mappamondo.

Se avete un mappamondo rotto nella parte superiore, o un mappamondo che non utilizzate o di cui vi volete disfare, perché in più, create con questo un bel contenitore. Sì, avete capito bene! Ecco un esempio qui sotto, per me è il massimo.

mappamondo-lampadamappammondo

 

 

 

 

 

 

 

 

Passiamo alla sala, difficile ma se riesce decisamente più gustosa rispetto alle altre stanze della casa. Avessi una casa da 200 mq o anche più l’avrei già fatto, ma avendo una microcasa, al momento mi devo accontentare di guardare queste bellissime fotografie e sperare di avere una roba così un giorno. Niente impedisce di sognare però, vero?

La soluzione della tenda come carta geografica mi piace molto, permette di avere la cartina sempre sott’occhio ma nello stesso tempo di farla sparire con discrezione.

separe-salacartina-tenda

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dalla sala alla cucina il passo è breve e devo dire che questi piatti potrei anche comprarmeli. Non mi fa impazzire il nero, ma dando un’occhiata al sito not neutral, scopro che ci sono anche più chiari e si possono scegliere le mappe delle città che si preferiscono 😉

piatti-mappa

Uno dei posti più difficili da arredare, e chi se ne occupa professionalmente lo sa, è il bagno. Spesso maltrattato, bistratto e lasciato al caso con accostamenti di colore che non si possono vedere, il bagno è sempre e comunque un’angolo della casa da valorizzare. Anche in questo caso ci sono un paio di proposte che non mi sono sfuggite.

Innanzitutto il lavabo a mappa, ma questa è una chiccheria che non è proprio da tutti. La seconda è una cosa un pochino, ma pochino di più eh, fattibile. Del resto non è altro che una carta da parati in bagno, ma sfido io a metterla una volta che il bagno è già su.

bagno-mappalavabo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Infine per quanto riguarda gli indirizzi, oltre a quello dei piatti che vi ho appena dato, sito per me bellissimo in generale, a prescindere dai piatti a mappa tra l’altro, vi fornisco Maps Store, fatto esclusivamente per chi vuole una cosa sobria e vuole spendere poco. Niente di stravagante come le foto viste qui sopra.

cartinacartina

Oltre a questi anche Murando, che mi è stato saggiamente consigliato, che permette di comprare delle bellissime cartine del mondo, da non meno di 300×200 cm, quindi una bella parete, con diversi colori e modelli. Qui c’è da girare.

Per quanto riguarda le mappe personalizzate a mio avviso ce ne sono due carinissime. Una è la classica da grattare, quella che bisogna scoprire grattando sopra la cartina con una moneta nel momento in cui si visita un posto.

casa-oggetti

L’altra invece è quella in cui possiamo scrivere sopra le nostre prossime mete e appunti di viaggio. A voi quale piace di più? 🙂 Infine, se siete di Roma, un negozio pratico dove chiedere tutte queste informazioni e chiedere anche i preventivi è il negozio Visceglia 🙂