Come molti di voi ben sapranno questo weekend a Salerno ci sarà il Ninja Summer Camp e anche se io nello specifico non scriverò di questo oggi, scriverò di qualcosa che si svolgerà all’interno del Camp e che potrebbe attirare l’attenzione dei partecipanti (e non solo): la Social Room.

La Social Room è un esperimento davvero interessante che offre ai viaggitori non solo la libertà di viaggiare zaino in spalla, come si sente spesso dire, ma anche di essere connessi e di condividere il proprio viaggio con altre persone perché questo sia davvero autentico.

Le persone che usufruiscono di queste Social Room, assolutamente gratuite tra l’altro, vengono chiamate flashpackers, i ragazzi con lo zaino che vogliono fare check-in oppure twittare o postare foto su flickr e geolocalizzarsi su facebook. Una sorta di ritorno al baratto in chiave social dove per usufruire diq uesta stanza, non ci sono le solite tariffe ma si va dalla pubblicazione di foto fino alla pubblicazione di un post, se si ha un blog. Uno scambio che fa bene a tutti, da chi viaggia a chi ospita.

In Italia unico esempio di Social Room è per ora appunto a Salerno all’Ostello cava de’ Tirreni al quale mi ispiro per la frase finale di questo post, perché condivido a pieno:

L’atto del donare è alla base del legame sociale “ [ Alain Caillè]

Spero di venirvi a trovare presto! Vi lascio con un video riassuntivo di cosa può essere un viaggio sociale, un viaggio in cui nessuno paga e tutti ci guadagnano.