Qualche tempo fa ho visto per caso il post di Al cibo commestibile su un contest di Natale per i (food) blogger e assieme a Donatella ho deciso di partecipare.

La nostra ricetta, anzi la sua ricetta, secondo me è una vera bomba, si tratta della Pasta alla Vodka, ma partiamo dall’inizio.

Io e Donatella ci siamo conosciute circa due anni fa, lavoriamo nello stesso ufficio. In due anni abbiamo fatto in ordine cronologico, una vita di ufficio, un master, un viaggio e diversi eventi/convegni assieme. Diciamo che nel giro di due anni e poco più ci siamo conosciute, sopportate e aiutate, sì bè diciamo così : -P

Il contest richiedeva:
-due amiche blogger
-una ricetta di Natale

Ricetta per due:

– mezza cipolla tritata (Donatella è Calabrese e usa solo cipolle di Tropea)
– 3 cucchiai di pomodori pelati
– 80 gr di pancetta a cubetti (dolce o affumica, secondo i gusti)
– 150 ml di pannaliquida
– mezzo bicchiere di Vodka
– pennette
– sale, olio e pepe nero q.b.

Preparazione:

Tagliuzzare finemente la cipolla, disporla in una padella antiaderente e lasciarla soffriggere con un po’ di olio (poco, perché dopo ci va la pancetta, che leggera non è).
Intanto mettete a bollire anche l’acqua della pasta.
Quando la cipolla diventa dorata bisogna aggiungere la pancetta a cubetti, mescolando di tanto in tanto per non correre il rischio di bruciacchiare la cipolla.
La pancetta va lasciata cuocere fino a quando non acquista un bel colore rosato e non si sente la parte più grassa sfrigolare nell’olio.
Aggiungete quindi i tre cucchiai di pomodoro (potete anche aggiungerne quattro, dalla quantità di pomodoro dipenderà il colore finale della vostra pasta). Sul pomodoro potete aggiungere un pizzico di sale, ma tenete presente che la pancetta è abbastanza saporita di suo.
Lasciate cuocere il pomodoro e, se l’acqua bolle, versate la pasta.

Quando il pomodoro si asciuga (bastano poco più di 5 minuti), è il momento del flambé.
Mettete la padella sul fornello con la fiamma più alta, versate la vodka e inclinate leggermente il bordo della padella per far si che la fiamma sfiori l’alcool.
Se non avete mai fatto un flambé in casa, sappiate che quando parte la fiamma la padella va allontana dal fornello, o le lingue di fuoco si alzano troppo (e poi vi spaventate e fare i disastri).

Appena le fiamme si quetano, posate la padella sul fornello a fuoco lento. La panna liquida va versata due minuti prima di togliere la pasta; va mischiata con il resto del composto e lasciara asciugare leggermente (deve diventare leggermente cremosa).

Quando la pasta è cotta non vi resta che scolarla e condirla, aggiungendo una spruzzata di pepe nero.

Aggiornamenti luglio 2011

Con la stessa ricetta io e Donatella abbiamo anche partecipato al concorso di What you Cook promosso da What you Love ovviamente e Best Western. E…udite udite abbiamo vinto! Siamo infatti rientrate tra le 20 ricette che saranno ospitate nel menù dei ristoranti Best Western. Ringraziamo subito il giudice d’eccellenza Giallo Zafferano che ha selezionato la nostra Pasta alla Vodka tra i primi Best Western.

Come funziona in pratica? Molto presto tutti quelli che soggiorneranno in un Hotel Best Western potranno scegliere una tra le ricette vincitrici, segnalata nel menù da una grafica ad hoc, gli ospiti che sceglieranno dal menu una ricetta WhatYouLove, con tanto di precisazione sull’autore, riceveranno in omaggio il ricettario degli utenti della rete.

Quindi io e Donatella e la nostra ricetta Pasta alla vodka finiremo anche in un ricettario, non vedo l’ora di averne uno, qui prossime news ^_^