Conoscevo Splitit ma non avevo mai pensato di poterci fare una lista nascita, fino a quando lo stesso team di Splitit me l’ha fatto notare, così ho colto la palla al volo. Sono andata subito a curiosare nel sito e ho trovato finalmente quello che attendevo. Sono mesi infatti che penso se fare o non fare la lista nascita in un negozio. Personalmente, sono così attiva online e trovo tantissime proposte in rete che non posso trovare tutto quello che mi serve in un negozio solo. Così ho iniziato a pensare che l’unico metodo poteva essere quello di fare una lista su Amazon, ma l’idea era davvero poco cool

corredino_neonato_maschietto.600

Lista sì o lista no?

Mi sono fatta questa domanda per un sacco di mesi. Io personalmente sarei felice di avere una lista nascita nel caso in cui una mia amica dovesse partorire, ma forse non tutti sono come me. Altre persone potrebbero pensare “io vorrei regalare quello che mi va, dato che è un regalo, altrimenti è una richiesta”.

Lista sì quindi, perché è sempre bello fare regali utili, almeno così la vedo io, fare il secondo o il terzo giocattolo uguale, regalare creme piene di profumi, magari nemmeno per bambini, o qualcosa che ai genitori non serve, è uno spreco di soldi in primis per chi regala, e uno spreco di tempo per chi li riceve perché deve andarli a cambiare (se c’è lo scontrino, altrimenti ciccia).

Lista no, se preferite le sorprese, se avete tutto e di più, se vi fidate degli amici, se sapete che i parenti vi chiederanno comunque cosa volete quindi tanto vale non fare la lista, se pensate che tutti abbiano i vostri stessi gusti (…).

stokke-culla

Andando avanti con questi pensieri, lista sì o lista no, non mi sono mai decisa nel fare questa lista nascita, fino a quando non ho trovato in Splitit il giusto compromesso. Perché dico giusto compromesso?! Perché con Spitit nessuno obbliga nessuno a comprare qualcosa, a mettere una cifra, a far vedere agli altri cos’ha comprato. Tutti possono intervenire, parenti, amici, amici di amici, amici invitati da altri che non sapevano nemmeno della futura nascita se non dopo averlo appreso su Facebook.

Il giusto compromesso perché si può fare un regalo con bonifico bancario, paypal o carta di credito e la cifra è a vostra discrezione. Si possono inoltre mettere degli oggetti “in lista” ma non vengono consegnati a casa quelli, vengono “consegnati” solo i soldi, poi saranno i genitori stessi a comprarli online – o in negozio.

Così ho deciso di creare qui la >> Lista Nascita di Giulio <<
P.s. 
nel caso decidessi di regalarci qualcosa, non dimenticare di lasciare un messaggio o una foto! 😉

stokkeculla

La lista di Giulio su Splitit

Premesso che le cose importanti le abbiamo già, come passeggino/carrozzina Bugaboo, Ovetto Cybex, sedia Stokke Tripp Trapp con tanto di babyset e newborn, sdraietta e marsupio fino a tre anni BabyBjorn, ci mancano ancora un paio di cose fondamentali, innanzitutto la culla 😀
A me è sempre piaciuta la culla da appendere al soffitto, ma il nostro tetto non lo permette, così dobbiamo ripiegare su una culla meno scenica, ma più funzionale.

Sleepi della Stokke che cresce con il bambino da 0 anni fino ai 10, adattandosi e trasformandosi con lui. Costo di tutto 700€ circa.

* Stoke Home Cradle che a me piace particolarmente, perché è semplice, si muove con il bambino ed è trasparente abbastanza da essere controllata direttamente dal letto mentre il piccolo dorme. Qui sotto il video. Costo della culla 299€.

* Stokke Flexi Bath, il bagnetto per i piccoli, la vaschetta pieghevole che si utilizza fin dalla nascita grazie al supporto per neonati, fino ai quattro anni d’età. Costo della vaschetta con supporto, 57€.

* Kit salute e cura Tommee Tippee, all’interno termometro, spazzola, forbicine tonde, limette e quello di cui il neonato necessita durante i primi mesi di vita per la cura del corpo. Costo 29€.

tommee-tippee

* Tazza primi sorsi, sempre della linea Tommee Tippee che mi piace particolarmente per il suo design. Ci sarebbero anche altri prodotti interessanti qui per l’allattamento artificiale, ma conto di non averne bisogno!  Costo 5€ l’una.

* Prodotti Mustela, ottimi perché naturali e si possono usare fin dai primi giorni. La linea comprende anche prodotti per la neo mamma come creme rassodanti e chi più ne ha più ne metta, se vi fate degli scrupoli io non mi offendo eh. Costo, dai 10€ in su, ci sono anche i kit da viaggio da 39€.

mustela

* Maglia personalizzata con il suo nome. Sì, questo non è utile, ma è bello! La maglietta con scritto Hi, I’m Giulio è qualcosa di tenerissimo. La inserisco perché non si sa mai che ci sia uno zio che ha i miei stessi gusti, sì ne avevo già parlato in un precedente post! Costo 25,95€.

Sack ‘n Seat, utilissimo a mio avviso durante i viaggi, non subito ovvio, ma almeno dopo i primi sei mesi quando il bambino riesce a stare su con la testa da solo. Comodo e facile sia da usare che da portare in giro. Costo 19€ circa.

* Sacco Nanna a Pesce, adorabile! Non subito, ma tra un paio di mesi andare in giro con questo pesce blu e un piccolo Giulio dentro, sarà senza dubbio bellissimo. Lo si può tenere anche in casa, in cameretta o nel lettino. Costo 73€ circa.

Sacco-nanna-pesce-rocketbaby_large

Che dire poi, di altre cose non ce ne sono tante.
Ci vorranno tanti pannolini e tante tutine e vestitini, ma mentre per i secondi conto di trovare tante cose da amici, parenti e di comprarle mano a mano che si cresce, per i pannolini purtroppo bisognerà attendere di vedere le “taglie” e la comodità delle marche. Non credo ci potrà servire altro, voi mamme cosa dite?

C’è qualcosa che aggiungereste che non ho inserito?