Chi ama i libri lo sa, il regalo più gradito per ogni occasione è senza dubbio qualcosa da leggere, da sfogliare, da toccare e far scorrere sotto le dita, il regalo perfetto per chi ama la lettura è senza dubbio un buon libro. Ecco perché ho deciso di regalare a Giulio il suo primo libro, non primissimo è vero, ma primo perché super personalizzato, il libro Dov’è finito il mio nome?

fiaba

I bambini più grandicelli sicuramente ne saranno entusiasti, un libro che parla a loro e solo a loro. I più piccoli all’inizio non capiranno, forse quasi sicuramente non gli interesserà nemmeno un po’ se in quel libro c’è una L di Leone e di Leonardo o una G di Gnu e di Giulio, ma a poco a poco entreranno nel vivo della storia e capiranno perché quel libricino così colorato è così importante per mamma e papà.

L’idea è bellissima e appena l’ho vista ho deciso che non potevamo davvero lasciarci scappare l’occasione di prendere al volo uno dei libri per regalarlo a Giulio. Non tutti i libri parlano a noi, ma alcuni sì. Me ne sono accorta spesso durante la mia carriera di lettrice. Mi è capitato di leggere libri tutti d’un fiato perché mi ricordavano la mi storia, mi è capitato di non riuscire a dormire la notte, nonostante avessi già spento la luce, perché dovevo continuare a leggere per capire come andava a finire. Mi è capitato di portarmi in borsa un libro (molto più di una volta a dire il vero), perché non potevo fermarmi con la lettura e interrompere un capitolo a metà anche se dovevo uscire.

fiaba-giulio

giulio-lostmyname

I libri ci parlano, non tutti è vero, ma alcuni sì. Quando i libri ci parlano, ci conoscono e conoscono la nostra storia, diventano una parte importante della nostra vita. Ancora oggi ricordo molto bene i libri che hanno segnato la mia adolescenza, le decine di libri letti in un’estate sola, i libri di Natale o quelli che leggevo fino ad addormentarmi su divano. I libri ci raccontano e ci permettono anche di raccontarci meglio agli altri. Inevitabilmente quando parliamo, anche con uno sconosciuto, dei nostri libri preferiti, è come se parlassimo di noi e gli stessi raccontando parte della nostra vita, non è così?!

Il libro Dov’è finito il mio nome, non è solo un libro che racconta una storia, è un libro che racconta la nostra storia, ma soprattutto che racconta quella del nostro bambino. Mi sono piaciute diverse cose sulla scelta del libro. Innanzitutto la scelta degli animali da inserire nel libro, che sono animali che scegliamo noi. La storia è quella di un bambino che si sveglia una mattina e non trova più il suo nome. Incontra quindi diversi animali e personaggi che gli restituiscono, uno alla volta, le lettere del proprio nome. Nemmeno a dirvelo, più il nome del bambino è lungo, più il libro viene corposo. Giulio è un nome piuttosto corto e nel sito ufficiale è possibile scegliere un personaggio o più di uno, a vostra discrezione, rispetto alle lettere del nome del bambino.

fiaba-libro

fiaba-unicorno

La G di Gnu, la I di Ippopotamo, la U di Unicorno, la L di Leone, la I di Ibis, la O di Orso.

Tutti gli animali aiutano Giulio a ritrovare il suo nome dando a lui una lettera del loro nome. Tutti lo aiutano perché Giulio nella storia aiuta loro a stare meglio. Aiuta l’Ippopotamo a fare un bagno, aiuta lo Gnu a sentirsi grande e forte a dispetto del suo nome piccolo e corto. Così, ogni animale ringrazia Giulio e gli fa un dono, una lettera che sarà utile per ritrovare il suo nome perduto in una mattina.

Un’altra cosa che mi è piaciuta di questo regalo, è che è possibile personalizzare il libro con una bella dedica nella prima pagina del libro. Una dedica o un augurio che rimarrà lì e che Giulio potrà leggere da solo anche quando sarà grande. Un regalo dolcissimo per il nostro primo Natale insieme!

dedica