Immagino un mondo dove l’intraprendenza venga premiata. Immagino un mondo dove la progettualità non venga vista come perdita di tempo. Immagino un mondo in cui se ti metti in viaggio e lo chiami progetto social chiedendo di ospitarti gratis tu non venga visto come luminare.

Continuo a immaginare un mondo dove non ci sia avarizia ne invidia (mi insegna Seven essere tra l’altro due peccati capitali), ma cooperazione e sana competizione. Sana. Immagino un mondo dove fare meglio sia una prerogativa, dove ogni giorno sia un giorno per dare di più e fare sempre qualcosa di oltre del giorno precedente.

Immagino un mondo dove ci sia spazio per ridere anche. Per dire facciamolo così e non facciamolo anche così che va bene.

Foto di mikemelrose