Dato che casa mia è proprio di fianco a Piazza San Pietro e che ogni giorno quando esco vedo decine e decine, ma che dico, centinaia e centinaia di fedeli in mezzo alla Piazza, ho deciso di parlarne un po’. Del resto, ho pensato, mi trovo in mezzo ad un evento più unico che raro, è come avere il biglietto della finale dei Mondiali di calcio e non entrare allo stadio. Voglio dire, anche se uno non è tifoso, un salto dentro lo fa e lo vuole vivere l’emozione, se non altro per dire a tutti, sì, quella volta c’ero anche io. E così c’ero e ci sono anche io, a Roma, a San Pietro, non al Conclave eh 🙂

Proprio oggi è iniziato il famoso Conclave qui a San Pietro ma cos’è e come si svolge ora ve lo racconto. Il Conclave pare che questa volta sarà brevissimo (ecco perché mi affretto a scrivere il post) e conclamerà in men che non si dica il 266° Papa della Chiesa di Roma. Il comignolo sul tetto della Cappella è già stato posto, da qui ogni giorno intorno alle 19 uscirà la famosa fumata nera e, si spera prima o poi, anche quella bianca. Sabato scorso un ristretto gruppo di giornalisti ha potuto visitarla e verificare il funzionamento del moderno camino che andrà ad affiancarsi a quello ormai tradizionale, impiegato fin dal conclave del 1939.

Palco giornalisti

Intorno alle 16.30 di oggi, dopo la processione con i cantori dalla Cappella Paolina alla Sistina è iniziata LA fase di quello che è forse il cerimoniale più segreto del mondo. Leggo da altre fonti che tra i cardinali 6 tweettano abitualmente ma non potranno portare con loro niente iPad e niente iPhone, peccato, sarebbe stato interessante XD

Al termine degli scrutini della mattina e del pomeriggio, in caso l’elezione non sia avvenuta, alle 12 e alle 19, le schede e tutto il materiale della votazione, verranno bruciate nella stufa, mentre se nuovo il nuovo Papa sarà eletto nel corso del primo scrutinio la fumata bianca si leverà alle 10.30 nel pomeriggio alle 17.

Se non si troverà l’accordo dopo 33 votazioni, quindi all’11° giorno, si potrà andare al ballottaggio tra i due porporati che avranno ricevuto il maggior numero dei voti.

Chi si occuperà del comfort degli elettori? Ben 90 persone tra cuochi, camerieri, funzionari, personale medico e perfino gli autisti del bus.
Chi si occuperà del comfort di Federica? Nessuno. Io vi scrivo domani, che tanto oggi ormai la fumata è stata nera e lo sapete già tutti 😀